Cronaca
ALLA VISITA DELLA VESPUCCI

L'inchiesta per tangenti che ha scosso la Provincia, Scajola: "Non rallenteremo il nostro lavoro"

"Tutto ciò però non significherà minimamente, per il Comune di Imperia o l'amministrazione provinciale, che si rallenti il lavoro"

L'inchiesta per tangenti che ha scosso la Provincia, Scajola: "Non rallenteremo il nostro lavoro"
Cronaca 03 Giugno 2022 ore 17:37

L'inchiesta ha visto finire in carcere il consigliere provinciale e sindaco Luigino Dellerba

“Le inchiesta si aspetta di vedere come finiscono. Ci sono stati degli arresti, si vedrà. Le inchieste si devono rispettare, che siano fatto bene, come mi pare la stiano conducendo. Tutto ciò però non significherà minimamente, per il Comune di Imperia o l'amministrazione provinciale, che si rallenti il lavoro che bisogna fare. Quindi si tranquillizzino i cittadini: tutto continuerà con la grande velocità che abbiamo impresso per far sì che questo territorio possa recuperare. Le inchieste giudiziarie sono un'altra cosa”.

Lo ha dichiarato il sindaco di Imperia e presidente della Provincia, Claudio Scajola, a margine della visita alla nave scuola Amerigo Vespucci, commentando l’inchiesta che ha portato in carcere il sindaco di Aurigo e consigliere provinciale, Luigino Dellerba e l’imprenditore edile Vincenzo Speranza, entrambi accusati di corruzione. L’indagine mira a far luce su un presunto giro di tangenti legato all’affidamento di lavori pubblici. 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie