Cronaca
Consiglio regionale

Long Covid: "Chi ha i sintomi, ma non è stato ricoverato, deve pagare il ticket"

Interrogazione firmata PD per chiedere alla giunta regionale le misure da adottare per i pazienti negativi afflitti da "Long Covid".

Long Covid: "Chi ha i sintomi, ma non è stato ricoverato, deve pagare il ticket"
Cronaca Imperia, 05 Ottobre 2021 ore 15:44

“La giunta continua a non dare risposte sull'assistenza ai cittadini effetti da Long Covid e che non sono stati ricoverati". Così il consigliere regionale del Partito Democratico Pippo Rossetti dopo la presentazione in consiglio di un’interrogazione in cui chiede alla giunta il programma di interventi per i pazienti con sintomi Long Covid.

 

 

Assistenza ai pazienti Long Covid nell'interrogazione PD

"Parliamo di malati - spiega Rossetti - che anche dopo un anno, pur essendo negativi, presentano uno o più sintomi del Covid. Nonostante una nostra interrogazione oggi la giunta conferma che solo chi ha avuto il Covid ed è stato ricoverato ha diritto alla gratuità delle visite per Long Covid, mentre gli altri dovranno continuare a pagare il ticket”,

 

"A quali centri ci si deve rivolgere?"

E aggiunge: “Inoltre e soprattutto la giunta non farà nulla per far sapere ai malati a quali centri possono rivolgersi. La delibera di giunta che si occupa del problema è del maggio 2020, il decreto del Ministero che assegna risorse per l'esenzione dei ticket è del maggio 2021. In modo indecoroso Toti ci manda a dire che ci sarà una celere risposta".

 

"Dovrebbe scusarsi per il ritardo"

"Dopo un anno mezzo dal suo primo atto - prosegue - e con tutto quello che si sta scoprendo sull'evoluzione della malattia, dovrebbe scusarsi per l'ingiustificato ritardo e portare un atto in giunta in cui dica: come saranno organizzati i Centri di presa in carico di pazienti Long Covid; come verranno definiti gli organici e come daranno informazioni corrette ai liguri su dove rivolgersi, se continuano ad avere sintomi una volta negativi al tampone. Oltre a provvedere alla messa in rete questi centri con tutte le specialità mediche interessate”.

Necrologie