LUCIANO GUGLIELMI NON CE L’HA FATTA: MORTO IL 66ENNE CHE TRAVOLSE MIGRANTE IN SCOOTER A BEVERA

LUCIANO GUGLIELMI NON CE L’HA FATTA: MORTO IL 66ENNE CHE TRAVOLSE MIGRANTE IN SCOOTER A BEVERA
12 Gennaio 2017 ore 19:47

Ventimiglia – E’ morto questo pomeriggio all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, dov’era ricoverato in coma “anossico” irreversibile: Luciano Guglielmi, 66 anni, l’ex macchinista delle Ferrovie, che il 4 gennaio scorso, in frazione Bevera, a Ventimiglia, ha travolto e ucciso un migrante libico – Mohamed Hani, di 26 anni – sbucato all’improvviso da un varco che aveva aperto nell’inferriata che divide la strada privata che porta al centro di accoglienza del Parco Roja, dalla superstrada di Bevera. Le condizioni di Luciano sono apparse subito disperate e per lui i medici avevano davvero poche aspettative.

All’origine del tragico incidente, costato la vita a due persone: da una parte il gesto del migrante, che per tagliare la strada, come più volte erano soliti fare anche altri stranieri, ospiti del campo, aveva rimosso una parte dell’inferriata, invadendo di fatto la carreggiata; dall’altra la scarsa illuminazione.

Luciano si è trovato improvvisamente di fronte al pedone e non ha avuto neppure tempo di frenare. In seguito al violento impatto il libico è morto quasi sul colpo, mentre Luciano è stato colto da un prolungato attacco cardio-respiratorio, che lo ha fatto finire in coma. Indagini sono in corso per ricostruire la vicenda, ma a questo punto il caso sembra chiuso.


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità