Cronaca

Mafia: confiscata lavanderia alla famiglia Rinaldi di Sanremo

E' stato il tribunale di Genova ad accogliere la proposta del questore di Imperia e ad autorizzare la misura, che viene solitamente emessa nei confronti di soggetti socialmente pericolosi che si sono arricchiti grazie alle loro attività illecite.

Mafia: confiscata lavanderia alla famiglia Rinaldi di Sanremo
Cronaca Imperia, 18 Maggio 2018 ore 12:30

La questura di Imperia ha sequestrato la lavanderia a gettoni "Le mille bolle blu", di Sanremo, come misura di prevenzione patrimoniale (prevista dal codice Antimafia), nei confronti della famiglia Rinaldi, al centro di un'indagine antimafia, che nel gennaio di quest'anno ha già portato al sequestro penale di beni per circa 800mila euro. Secondo gli investigatori, la lavanderia rappresentava l'unica fonte di reddito apparentemente lecita della nota famiglia sanremese.

E' stato il tribunale di Genova ad accogliere la proposta del questore di Imperia e ad autorizzare la misura, che viene solitamente emessa nei confronti di soggetti socialmente pericolosi che si sono arricchiti grazie alle loro attività illecite.

Già nel gennaio scorso, a margine dell'operazione "Rebound", il Tribunale di Imperia, su richiesta della locale Procura, dispose il sequestro di beni per un valore di circa 800mila euro nei confronti dei Rinaldi e di terzi intestatari fittizi dei beni.

La misura era stata disposta nell'ambito di un procedimento penale che vede coimputati Giuseppe Rinaldi e i suoi due figli, Matteo e Luca, per traffico di stupefacenti. In totale, sono stati confiscati, oltre a rapporti finanziari: immobili, terreni (tra cui un oliveto), autovetture e motoveicoli e già sequestrati penalmente, che sono stati 'aggrediti' anche dalla ulteriore misura di prevenzione patrimoniale, per la successiva confisca definitiva. A ciò si aggiunge anche la lavanderia.

VIDEO

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie