Cronaca

Maxi-retata antiterrorismo: arresti anche nella vicina Mentone

Nelle chat che i servizi segreti francesi tenevano sotto controllo riferimenti a non meglio specificate azioni violente da compiersi in futuro

Maxi-retata antiterrorismo: arresti anche nella vicina Mentone
Cronaca Ventimiglia, 07 Novembre 2017 ore 15:32

Maxi-retata antiterrorismo: arresti anche nella vicina Mentone

Sale a nove il numero di persone arrestate nel quadro di una maxi-retata antiterrorismo lanciata questa mattina in Francia, a cui si aggiunge una persona fermata in Svizzera. I nove individui, tutti di un'età compresa tra i 18 e i 65 anni, sono stati fermati tra Mentone, al confine con l'Italia, Aix-en-Provence, ma anche nel vasto hinterland parigino, tra i dipartimenti di Val-de-Marne e
Seine-Saint-Denis.

Il decimo arrestato in Svizzera aveva un'attività sospetta sulla chat criptata di Telegram. Nei messaggi inviati a suoi contatti in Francia, ha evocato, in particolare, progetti di azioni violente i cui contorni rimangono ancora vaghi.  I fermati erano noti ai servizi di intelligence per sospetta radicalizzazione, ma nessuno è schedato con la lettera 'S' degli individui a rischio di passare all'azione. Le perquisizioni e
gli interrogatori dovrebbero consentire di chiarire le loro intenzioni.

Dopo due anni di misure speciali, la Francia ha decretato la fine dello stato d'emergenza il primo novembre con l'entrata in vigore della nuova legge antiterrorismo di Emmanuel Macron.

Leggi QUI le altre notizie de La Riviera.it

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie