Cronaca

Medico legale verso il patteggiamento per le autopsie fantasma dell'Asl 1 Imperiese

Il 23 ottobre si decide il rinvio a giudizio per altri 8 imputati dell'inchiesta sulle autopsie fantasma che portarono al licenziamento di Simona del Vecchio

Medico legale verso il patteggiamento per le autopsie fantasma dell'Asl 1 Imperiese
Cronaca Imperia, 19 Settembre 2017 ore 08:51

Sarebbe stato trovato l'accordo per il patteggiamento tra la procura e il medico legale Francesco Traditi indagato per le autopsie fantasma

Diciotto mesi di reclusione la pena patteggiata dal medico legale Francesco Traditi

Si dovrebbe chiudere con il patteggiamento a 18 mesi di reclusione la vicenda giudiziaria del patologo Francesco Traditi (nella foto) uno dei medici legali dell'Asl 1 finito sotto inchiesta per le autopsie fantasma all'Asl 1. Esami autoptici di fatto non eseguiti e concordati a distanza da alcuni medici dell'Asl (tra cui la dirigente Simona Del Vecchio, già rinviata a giudizio per il processo del 5 ottobre) con gli addetti in particolare di un'agenzia funebre. Con traditi dovrebbe patteggiare già in previsione dell'udienza preliminare del 23 ottobre  anche un'altra imputata l'impiegata Asl Stefania Stella. Per lei una pena mite: 5 mesi di reclusione.

Altri otto gli indagati per i quali la procura chiede il rinvio a giudizio

Oltre a Traditi e Stella, che a questo punto uscirebbero dal processo, sono altri 8 gli indagati di cui la procura di Imperia chiederà il rinvio a giudizio il prossimo 23 ottobre. Le accuse vanno dal falso alla truffa, all'esercizio abusivo della professione medica. Si tratta dei medici legali Giuseppe Garo, Jean Claude Orengo Maglione, Alessandro Zacheo, Sandra Motroni e di altri addetti a vario titolo dell'obitorio e dell'impresa, Leonardo Rosato, Francesco Esposito, Orlando Mandica, Liliana Allaria

C'è anche una richiesta di messa alla prova

La messa alla prova è stata chiesta per Orlando Mandica (avvocato Gabriele Cascino), accusato di esercizio abusivo della professione di addetto alla camera mortuaria. Nel mirino del procuratore facente funzioni, Grazia Pradella e del pm Marco Zocco ci sono 139 falsi certificati di morte, che in pratica venivano compilati senza l'esame diretto della salma.

Alla dottoressa Del vecchio, in particolare - licenziata dall'Asl 1 Imperiese, mentre il dottor Francesco Traditi si dimise volontariamente - viene contestato anche il peculato per aver utilizzato l'auto di servizio dell'Asl per sbrigare delle commissioni personali. L'udienza è stata aggiornata al prossimo 23 ottobre, quando verranno esaminate anche le altre posizioni.

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie