Menu
Cerca
CONTROLLI RINFORZATI MA I REGOLARI RESTANO TALI

Migranti, vertice in Comune: unica soluzione l'ex convento dei Frati Maristi

E' rappresentata dall'ex convento dei Frati Maristi, di Ventimiglia, messo a disposizione dal vescovo, l'unica alternativa

Migranti, vertice in Comune: unica soluzione l'ex convento dei Frati Maristi
Cronaca Ventimiglia, 14 Maggio 2021 ore 14:12

L'unica soluzione per un centro la offre il vescovo

E' rappresentata dall'ex convento dei Frati Maristi, di Ventimiglia, messo a disposizione dal vescovo diocesano Antonio Suetta, l'unica alternativa al momento percorribile per la creazione di un centro di accoglienza per migranti al confine con la Francia, ma ci vorrà tempo (si era già parlato di due anni, in passato), prima che possa essere ristrutturato. Ad annunciarlo, stamani, è stato il prefetto Michele Di Bari (Capo Dipartimento per le Libertà civili e per l’Immigrazione), che in Comune a Ventimiglia, ha partecipato a un comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, sui migranti, alla presenza del Prefetto di Imperia, Alberto Intini, del sindaco della città di confine, Gaetano Scullino e dei vertici delle forze dell'ordine.

"l governo dei flussi migratori non esige una risposta - ha detto - ma va individuato attraverso serie di misure, nei quali anche un centro di transito ha la sua peculiarità e devo ringraziare vescovo di Ventimiglia, per avere dato disponibilità di un sito, che dobbiamo verificare, perché altri posti non ce ne sono". Nel parlare die controlli ha dichiarato: "C'è una valutazione complessiva del dispositivo di controllo dei flussi migratori, che non passa certamente attraverso centri di accoglienza o di transito o strutture di identificazione, ma attraverso una attività di controllo posta in essere già mesi fa, che ha dato lusinghieri risultati. I numeri ci dicono che il fenomeno dei respingimenti si è quasi dimezzato, passando da 150 a 50-60 al giorno".

Usando volutamente una tautologia

Di Bari ha, però, sottolineato che "i regolari sono regolari" ed ha aggiunto: "Abbiamo controlli pressanti e incisivi sulla stratta ferroviaria Genova-Ventimiglia, finalizzati a identificare le persone . Soltanto chi è irregolare, è destinatario dei provvedimenti, non dimentichiamo che per la legislazione vigente chi è regolare resta regolare". Per l'estate ha annunciato: "Saranno potenziati i controlli e saranno adottate molte iniziative, che devono in maniera determinante creare e provocare maggiore sicurezza".

L'intervento del sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino

"Ci sarà un rafforzamento dei controlli nella tratta ferroviaria Genova-Savona e abbiamo tutte le prerogative per iniziare la stagione estiva. Passati questi due mesi faremo un tagliando dei risultati". A dichiararlo è il sindaco di Ventimiglia, Gaetano Scullino, all'uscita del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica sui migranti, che si è svolto in mattinata in Comune. "Ringrazio il prefetto - ha aggiunto - perché è stato un incontro molto proficuo e interessante. Abbiamo appreso alcuni dati delle forze dell'ordine, il cui lavoro ci ha rinfrancato. Ho chiesto al prefetto Di Bari qualche novità e delle iniziative per migliorare la presenza delle forze dell'ordine e magari effettuare un controllo maggiore del territorio. I flussi aumentano ma devo dire che i respingimenti sono diminuiti".

5 foto Sfoglia la gallery
Necrologie