MORTO PEPPINO MARCIANO’ BOSS DELLA LOCALE DI VENTIMIGLIA DELLA ‘NDRANGHETA/ SABATO I FUNERALI

MORTO PEPPINO MARCIANO’ BOSS DELLA LOCALE DI VENTIMIGLIA DELLA ‘NDRANGHETA/ SABATO I FUNERALI
Cronaca 26 Gennaio 2017 ore 12:12

Sanremo – E’ morto, alle 2 della scorsa notte, all’ospedale di Sanremo: Giuseppe (detto “Peppino”) Marcianò, 83 anni, considerato il boss della “locale” di Ventimiglia della ‘ndrangheta. Era da tempo malato di cancro e negli ultimi mesi era più volte entrato e uscito dall’ospedale. Tre giorni fa, l’ultimo ricovero.

Arrestato nel dicembre 2012, nell’ambito dell’operazione Antimafia “La Svolta”, che portò in carcere diverse persone considerate legate alla criminalità organizzata, Marcianò era stato condannato in primo grado a 16 anni di reclusione (il pm Giovanni Arena ne aveva chiesti 24), scesi in Appello a 15 anni e 4 mesi di reclusione. Con lui, in Appello venne condannato a 7 anni anche il figlio Vincenzo, di 39 anni e il nipote, Vincenzo, 68 anni (7 anni e 6 mesi).

“Malgrado la malattia è un uomo che ha sempre sostenuto con dignità il processo – commenta il suo avvocato difensore, Marco Bosio -. Mesi fa era stato scarcerato proprio a causa delle sue condizioni di salute ed era pronta ad affrontare la Cassazione”. La Dda di Genova aveva contestato a Marcianò di tenere forti legali con diversi clan calabresi, tra cui la cosca dei Piromalli. Sabato prossimo, alle 15, a Maria Ausiliatrice di Vallecrosia, si terranno i funerali

Fabrizio Tenerelli


Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli