Cronaca
FOTOSERVIZIO

Omicidio di Ventimiglia: sopralluogo dei Ris, tracce di sangue sul furgone

E' durato circa sei ore il sopralluogo dei carabinieri del Ris sul furgone custodito presso la caserma di Ventimiglia e in campagna

Omicidio di Ventimiglia: sopralluogo dei Ris, tracce di sangue sul furgone
Cronaca Ventimiglia, 20 Maggio 2021 ore 17:03

Trovate tracce di sangue nel furgone

E' durato circa sei ore il sopralluogo dei carabinieri del Ris sul furgone custodito presso la caserma di Ventimiglia, dove sono state trovate tracce di sangue e nella casa di campagna di frazione Bevera, a Ventimiglia, appartenente alla famiglia Pellegrino, a margine dell’inchiesta per l'assassinio di Joseph Fedele, 60 anni, di Mentone, in Francia, pregiudicato per reati di stupefacenti, ucciso con due colpi di arma da fuoco alla testa e alla nuca e il cui corpo è stato rinvenuto, lo scorso 21 ottobre, in una scarpata di frazione Calvo, nella città di confine.

Con l’accusa di omicidio, aggravato dallo stile mafioso

si trova ora in carcere: Domenico Pellegrino, 23 anni, di Bordighera. Delitto che a quanto risulta sarebbe stato commesso, al culmine di una lite per la compravendita di un’auto. I due sopralluoghi si sono tenuti alla presenza del difensore di Pellegrino, l'avvocato Luca Ritzu. Riguardo il furgone, i militari del reparto investigativo, hanno operato dalle 9 alle 13.15 circa, trovando alcune tracce di sangue di cui si ignora al momento l'appartenenza e bisogna attendere l'esame del. Sono state prelevai frammenti della stoffa del sedile lato passeggero del mezzo.

Nella casetta di campagna, invece, hanno effettuato

accertamenti soprattutto nel bagno, durati dalle 14.45 alle 15.15 circa. In entrambi i casi sono state utilizzate le tecniche dello Stub e del Luminol. L'avvocato Luca Ritzu ha nominato per conto del proprio assistito il professore di chimica Angelo Brandone dell'Università di Pavia. Le analisi sul materiale repertato serviranno per scoprire eventuali tracce di sangue (o attribuire un nome a quelle esistenti) e di polvere da sparo. Nella stessa inchiesta è indagato per favoreggiamento: Girolamo Condoluci, 44 anni, di Bordighera. Il furgone appartiene alla allora compagna di quest'ultimo.

5 foto Sfoglia la gallery
Necrologie