Cronaca

Omicidio Foschini: killer trasferito a Marassi in attesa di una camera al Rems

Non essendoci, al momento, posti liberi in una Rems, Verrigni è stato trasferito, dal penitenziario di Imperia, al carcere genovese di Marassi

Omicidio Foschini: killer trasferito a Marassi in attesa di una camera al Rems
Cronaca Sanremo, 30 Gennaio 2019 ore 20:22

Omicidio Foschini

Il giudice del tribunale di Imperia ha revocato la misura cautelare in carcere nei confronti di Alessandro Verrigni, 42 anni, l'artigiano edile di Sanremo, accusato di omicidio volontario per aver ucciso, il 21 giugno scorso, con quattro coltellate (una all'addome, due al petto e una alla mano destra) il barista Ferdinando Foschini, di 63 anni.

Verigni, già difeso dall'avvocato Luca Ritzu, infatti, era stato consoderato incapace di intendere e di volere, al momento di commettere l'assassinio, che si consumò, verso le 18.30, in via Padre Semeria, nella città dei Fiori.

Ciò non significa che tornerà in libertà, ma dovrà essere trasferito in una Residenza per le esecuzioni delle misure di sicurezza (Rems), ossia una struttura dove l'uomo possa seguire delle terapie.

Non essendoci, al momento, posti liberi, Verrigni è stato trasferito, dal penitenziario di Imperia, al carcere genovese di Marassi, che dispone di un centro clinico idoneo ad accoglierlo. La perizia psichiatra era stata realizzata dal dottor Gabriele Rocca, di Genova, su disposizioni del gip Massimiliano Rainieri.

Leggi QUI le altre notizie

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie