Operazione da 7milioni e mezzo di euro per l’hotel Miramare. La piscina interna (con acqua di mare) trasformata in centro termale. Un’altra realizzata all’esterno entro l’estate

Operazione da 7milioni e mezzo di euro per l’hotel Miramare. La piscina interna (con acqua di mare) trasformata in centro termale. Un’altra realizzata all’esterno entro l’estate
04 Gennaio 2017 ore 08:31

Sanremo – Un albergo a quattro stelle superior e un centro termale al posto dell’attuale Hotel Miramare, un’operazione che a conti fatti si aggira tra i 20 e i 25 milioni di euro, di cui 7 e mezzo investiti solo nell’acquisto definito nelle scorse settimane. A vendere la Fondazione dell’Ave Maria di Pavia, proprietaria degli immobili (Hotel Miramare, ora 4 stelle, Maristella, 2 stelle, ex hotel Polonia, oltre a due villette con 12 camere ciascuna che si affacciano sul mare, due chiese e altri locali pertinenti) mentre ad acquistare è la società di un imprenditore originario di Arma di Taggia, che ha costruito un impero nel ramo delle  pulizie, in particolare per conto di un grande colosso mondiale dell’abbigliamento in Italia e Germania. 

Le chiese sono quella di Tutti i Santi e quella della Madonna Nera, e l’ex chiesa trasformata in centro esposizioni chiamato Salone dell’Orologio  in Corso Matuzia. Una operazione da 7 milioni e mezzo di euro a cui andranno aggiunti i costi di ristrutturazione, che si aggirano sui 10-15 milioni. Entro l’estate dovrebbe essere subito realizzata una piscina esterna, nell’attuale giardino del corpo principale del Miramare e ristrutturate le due villette, oguna con 10-12 camere d’albergo. 

L’attuale piscina interna (con acqua di mare) dovrebbe diventare un centro termale.

Nulla dovrebbe cambiare per i 30 dipendenti che quindi passerebbero alla nuova gestione e non si esclude la possibile assunzione di nuovo personale.

Leggi (QUI) altre notizie de primalariviera.it


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità