Cronaca
Bilancio 2021

Polizia, in provincia 153 arresti e 1.159 denunce in un anno

Tra i delitti maggiormente commessi si segnalano il reato di furto, danneggiamento, truffe e frodi informatiche, minacce e lesioni dolose

Polizia, in provincia 153 arresti e 1.159 denunce in un anno
Cronaca 06 Gennaio 2022 ore 10:00

La Questura di Imperia, impegnata quotidianamente nell’attività di tutela dell’ordine pubblico, di contrasto all’illegalità e all’immigrazione clandestina nella provincia, stila un positivo bilancio in merito all’attività svolta nell’anno 2021.

Con riferimento all’attività operativa, 153 sono gli arresti ed ammontano a 1159 i soggetti denunciati.

34 sono i segnalati ex art. 75 d.p.r. 309/1990 e 22464 le persone controllate in banca dati nell’ambito dell’attività operativa. I chilogrammi di stupefacente sequestrato ammontano complessivamente a 87 kg.

Si evidenzia, inoltre, come dal dato complessivo dei reati consumati in provincia di Imperia non emerga un incremento della delittuosità rispetto all’anno precedente; il dato è sostanzialmente riconducibile alle misure varate per contenere la pandemia, con le conseguenti misure restrittive sociali. Tra i delitti maggiormente commessi si segnalano il reato di furto, danneggiamento, truffe e frodi informatiche, minacce e lesioni dolose.

Ai fini del contrasto dell’illegalità e della perpetrazione dei reati in provincia, è stata efficacemente realizzata un’attività di controllo del territorio e di prevenzione generale dei reati, sono solo con servizi ordinari di pattugliamento appiedato e automontato, ma anche con frequenti pattuglioni straordinari di controllo, che hanno portato a garantire la presenza costante e diffusa su tutto il territorio provinciale nell’arco dell’anno.

7 sono i daspo sportivi adottati nel 2021, mentre i daspo urbani ammontano a 11; ciò testimonia la grande attenzione profusa dalla Divisione Anticrimine della Questura di Imperia nell’attività volta alla tutela della sicurezza nelle manifestazioni sportive e nell’ambito urbano.

Un ulteriore risultato positivo è stato conseguito nel contrasto alla violenza di genere; per la prima dalla recente modifica legislativa la Polizia di Stato di Imperia ha adottato nei confronti di uno stalker, nel settembre 2021, la misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno. Gli ammonimenti del Questore a seguito di segnalati comportamenti persecutori sono 13, cifra che mostra un raddoppiamento rispetto all’anno precedente.

Infine, gli avvisi orali adottati nel 2021 sono 65, 14 in più rispetto all’anno 2020.

Si registra, inoltre, un rilevante incremento dei provvedimenti adottati in tema di contrasto all’immigrazione clandestina.

Si riportano, in particolare, i dati relativi ad alcune tipologie di provvedimenti, con indicazione della variazione tra l’anno 2020 e l’anno 2021.

Un forte incremento si è in particolare registrato con riferimento al numero dei provvedimenti prefettizi di espulsione e di ordini del Questore a lasciare il territorio nazionale.

A fronte dei 317 provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale del 2020, sono stati adottati 798 provvedimenti nel 2021, eseguiti con accompagnamenti ai centri di permanenza rimpatri, mentre gli ordini del Questore di lasciare il territorio nazionale sono passati da 348 nel 2020 a 726 nel 2021.

Le misure alternative ai centri permanenza rimpatri hanno anch’esse subito un incremento, passando da 43 nel 2020 a 53 nel 2021.

Promozione della cultura della legalità

Nell’ambito della promozione della cultura della legalità, la Questura di Imperia, a partire dall’inizio del nuovo anno scolastico, ha organizzato un fitto calendario per incontrare i ragazzi delle scuole della provincia, al fine di veicolare un messaggio di prossimità e di vicinanza, nonché di introdurre e spiegare il tema della sicurezza agli studenti.

Durante l’attività programmata per l’anno scolastico 2021-2022, infatti, la Polizia di Stato è stata presente nelle scuole della Provincia al fine di instaurare un rapporto diretto con i giovani ed affrontare con loro temi importanti ed attuali quali la legalità, il corretto utilizzo dei social network, il contrasto al bullismo ed al cyberbullismo, la violenza di genere, le conseguenze che derivano dal consumo di droga e alcol e l’educazione stradale.

Impegnati nell’iniziativa sono stati gli specialisti del settore e con anni di esperienza nella polizia di prossimità: personale della Questura, operatori della polizia stradale e della polizia postale.

Il progetto, volto in generale a promuovere la cultura della legalità, ha previsto anche incontri formativi basati su temi specifici.

Nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il 25 novembre 2021, è stato organizzato uno specifico incontro formativo in un liceo di Imperia, alla presenza del portavoce della Questura ed operatori della Squadra Mobile.

Il grande impegno profuso dal personale della Questura, quotidianamente impegnato nell’attività di promozione della cultura della legalità nelle scuole, ha permesso di raggiungere numerosi istituti scolastici, in città quali Imperia, Sanremo, Ventimiglia, Taggia, Pontedassio, Bordighera, San Lorenzo al Mare. A questi incontri, in una prospettiva di implementazione, ne seguiranno ulteriori durante l’anno avvenire.

Il filo conduttore del progetto intrapreso è la promozione della legalità attraverso l’informazione, la sensibilizzazione e la prevenzione.

Nell’ambito della Polizia di prossimità, infine, la Questura di Imperia ha organizzato una cerimonia per la consegna, da parte del Questore Giuseppe Felice Peritore, dei regali ai bambini pazienti del reparto di pediatria e per l’apposizione di un simbolo natalizio all’albero ospedaliero, nonchè per augurare buone Feste anche al personale medico.

L’iniziativa ha costituito un segno di solidarietà nei confronti delle fasce più bisognose e di vicinanza della Polizia di Stato a tutta la comunità, anche a quella più esposta alle momentanee difficoltà.

Necrologie