Cronaca

Poste Italiane: al via il nuovo centro di distribuzione di Ventimiglia

Poste Italiane ha presentato oggi il nuovo Centro di Distribuzione di Ventimiglia situato in Via Braie, 600 a Camporosso

Poste Italiane: al via il nuovo centro di distribuzione di Ventimiglia
Cronaca Ventimiglia, 08 Ottobre 2021 ore 12:38

Poste Italiane ha presentato il nuovo centro di distribuzione

Poste Italiane ha presentato oggi il nuovo Centro di Distribuzione di Ventimiglia situato in Via Braie, 600 a Camporosso. Dopo l’inaugurazione ad Imperia del primo centro “full green” in Italia per il recapito della corrispondenza e dei pacchi, avvenuta nello scorso mese di maggio, Poste Italiane continua l’opera di ampliamento e di trasformazione della propria rete logistica.

Il nuovo Centro di Ventimiglia sostiene la strategia di crescita nella logistica legata agli acquisti online, nella rinnovata missione dell’Azienda di vicinanza al territorio.

Nel Centro di Ventimiglia

sono impiegate quotidianamente 47 persone, con volumi annui pari a circa 2 milioni e 360 mila invii tra corrispondenza “ordinaria”, posta a firma e pacchi destinati al comprensorio di Ventimiglia composto da 45.000 abitanti, 16.700 civici, 41.300 abitazioni, 2.700 negozi, 850 uffici e 480 altre attività commerciali.

“Questo nuovo Centro – ha detto Pasquale Vitiello, Responsabile del recapito della provincia di Imperia – è uno dei cardini della capillarità della nostra rete distributiva e della rinnovata vicinanza alle comunità che costituisce un tratto fondante della strategia di crescita di Poste Italiane in linea con il percorso di sviluppo e innovazione delineato dal piano industriale 'Si24', Sustain & Innovate’

che prevede oltre 3 miliardi di investimenti nella logistica, il 60% dei quali destinati alla trasformazione tecnologica.

Come per gli altri siti che sono stati già interessati dal nostro investimento, Poste Italiane prosegue nel solco della grande trasformazione del nostro core business di corrispondenza e pacchi e di valorizzare al meglio il potenziale di crescita dell’e-commerce”.

Con l'avvento della tecnologia

in un mondo sempre più informatizzato i portalettere, grazie al palmare in dotazione, possono effettuare tutta una serie di operazioni (finanziarie e postali) finora fruibili solo all'interno degli uffici postali, come ad esempio il pagamento di bollettini, la possibilità di ricaricare Sim telefoniche e carte Postepay o la spedizione di raccomandate.
Quello che si configura come un vero e proprio servizio a domicilio rientra nel programma che Poste Italiane ha adottato per ribadire la sua vicinanza alla clientela e alle esigenze del territorio.

Dal 1862 Poste Italiane consegna lettere alle famiglie e alle imprese italiane, ma negli ultimi anni è il settore dei pacchi a trainare il business dell’Azienda. I pacchi consegnati da Poste Italiane nel 2020 Poste Italiane sono 210 milioni diventando il primo operatore con una quota di mercato del 36,7% e avviando un percorso straordinario che entro il 2025 porterà ad oltre il 50% la quota dei ricavi generata dal business dei pacchi. Ad oggi, infatti, un pacco eCommerce su tre è consegnato da Poste Italiane.

Il sito conferma ancora una volta il ruolo di Poste Italiane, capace, con i suoi 159 anni di storia, una rete di circa 12.800 Uffici Postali, 122 mila dipendenti, 576 miliardi di euro di attività finanziarie totali e circa 35 milioni di clienti, di creare occupazione e sviluppo, di coniugare tradizione e innovazione, di essere parte integrante del tessuto sociale e produttivo del Paese, soprattutto sul territorio, e di rappresentare una realtà unica in Italia per dimensioni, riconoscibilità, capillarità e fiducia da parte dei cittadini.

Video intervista a Pasquale Vitiello, responsabile area Nord Ovest Poste Italiane

1 foto Sfoglia la gallery
Necrologie