Cronaca

Rubano documenti di circolazione dalle auto in sosta, tre uomini denunciati

I Carabinieri hanno denunciato ieri tre soggetti autori di alcuni furti consumati nel centro cittadino sulle automobili in sosta

Rubano documenti di circolazione dalle auto in sosta, tre uomini denunciati
Ventimiglia Aggiornamento:

I Carabinieri della Stazione di Ventimiglia hanno denunciato ieri tre soggetti autori di alcuni furti consumati nel centro cittadino su auto in sosta verso la fine del 2018.

Rubano documenti di circolazione dalle auto in sosta, tre uomini denunciati

Si tratta di un 26enne libico, un 27enne marocchino e un 33enne algerino tutti già noti alle Forze dell’Ordine, in Italia senza fissa dimora.

Le indagini esperite dai militari della città di confine hanno consentito di riconoscere e identificare i tre soggetti a seguito di un furto consumato in via Hanbury la sera del 1° novembre scorso. Il proprietario aveva denunciato di aver parcheggiato lì la propria auto e di averla ritrovata aperta la mattina successiva, senza segni di effrazione ma con chiare evidenze di qualcuno che vi aveva rovistato all’interno.

I Carabinieri hanno poi collegato l’evento con un altro episodio analogo di pochi giorni prima, consumato vicino Largo Torino, e poi ancora con un ulteriore furto commesso invece nei primi giorni di novembre, sempre in una via del centro cittadino; in ogni circostanza erano assenti segni di effrazione sui veicoli in sosta e gli autori sembrava avessero puntato più sui documenti di circolazione dei veicoli che sui beni materiali custoditi all’interno.

La particolarità degli eventi e la rapidità con la quale si sono verificati, tutti nel giro di pochi giorni, hanno attirato l’attenzione dei militari che, attraverso un’analisi dei fatti basata sulle attività di controllo del territorio e sulla conoscenza dei soggetti di particolare interesse operativo, hanno raccolto gli elementi utili a segnalare all’Autorità Giudiziaria i 3 stranieri che dovranno rispondere ora del reato di concorso in furto aggravato.

Seguici sui nostri canali
Necrologie