Cronaca

Scrisse "Perché Sanremo è Sanremo": morto il maestro Pippo Caruso

Suo il tormentone del Festival nato nel 1995, "Perché Sanremo è Sanremo". Direttore d'orchestra, arrangiatore e compositore, se ne va un pilastro fondamentale della musica e della televisione

Scrisse "Perché Sanremo è Sanremo": morto il maestro Pippo Caruso
Cronaca Sanremo, 29 Maggio 2018 ore 08:59

È morto a 82 anni il maestro Pippo Caruso.

Scrisse "Perché Sanremo è Sanremo": morto il maestro Pippo Caruso

Aveva 82 anni Pippo Caruso, direttore d'orchestra, autore, compositore. Un vero e proprio pilastro del mondo della musica e della televisione, fondamentale per il successo di molti storici programma come "Fantastico", "Domenica In" e "Numero Uno".  La sua notorietà tra il pubblico cominciò proprio grazie alle collaborazioni con Pippo Baudo. Il primo esordio in Tv risale al 1973. Ma lo si ricorda anche  per la direzione delle orchestre Rai di Milano e Roma, e quella ovviamente del Festival di Sanremo.

Impossibile citare tutte le collaborazioni avvenute con grandi artisti, tra cui Ornella Vanoni, Eduardo De Crescenzo, Mia Martini, Enzo Jannacci e Alberto Sordi. A lui si affidarono anche numerosi cantanti internazionali.

Sue le colonne sonore di alcune note pellicole, come "Porca società" e "L'occhio dietro la parete".

Il cordoglio di Pippo Baudo

"È morto un mio grande amico, un grande musicista e un grande direttore d'orchestra. Un uomo di squisita sensibilità e di enorme preparazione musicale" ha dichiarato commosso Pippo Baudo. "Ha segnato la storia della nostra canzone".

È stato proprio Baudo, compagno di mille avventure, a dare ieri pomeriggio l'annuncio della sua morte. Dopo una caduta che gli provocò la rottura del femore, Caruso non si è più ripreso. I suoi funerali si terranno oggi pomeriggio nel Comune di Fara in Sabina (Rieti).

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie