Cronaca

"Spacciatori e ragazzi che fumano erba davanti alla stazione di Bordighera"

La denuncia: "Spaccio libero davanti a tutti, ragazzi che fumano erba e bevono seduti nel cofano della macchina, pusher che litigano"

"Spacciatori e ragazzi che fumano erba davanti alla stazione di Bordighera"
Cronaca Ventimiglia, 02 Febbraio 2020 ore 10:14

Spacciatori

"Sono scandalizzato dalla situazione che ho visto questa sera in piazza della stazione a Bordighera. Spaccio libero davanti a tutti, ragazzi che fumano erba e bevono seduti nel cofano della macchina, pusher che litigano. Mi sembrava di essere in un film. Bisogna mettere assolutamente un freno a questo degrado che non ho mai visto nella nostra Bordighera". A denunciare l'accaduto è Jeanpierre novembre, di Bordighera.

Subito è nato un caso sui social, diverse le reazioni degli abitanti. A partire dal segretario regionale di Fratelli d'Italia, Massimiliano (Chicco) Iacobucci: "Bravo Jean, finalmente qualcuno che dice ciò che pensa senza nascondersi dietro il dito! Bordighera dai tempi della Regina a quelli della borghesia milanese e torinese oggi sembra una periferia metropolitana... qualcuno dovrà renderne conto".

E poi, Mariapia: "Per fortuna siamo in tanti a dire ciò che pensiamo a Bordighera caro chicco, il dramma è che nessuno ci ascolta. Tutta l estate ho chiamato carabinieri tt le sere per quello che accade nei giardini di corso Italia ... Sono intervenuti solo una volta hanno controllato documenti e sono andati via lasciandoli li indisturbati. Una pietà".

Gio Batta Pallanca, fratello dell'ex sindaco Giacomo: "Beh, però ci sono tanti comodi parcheggi, un'illuminazione che aiuta e la città civile che evita di entrarci. Questa è la Piazza che volevano? Serviti".

C'è, quindi, chi mette sotto accusa i genitori di questi ragazzi, come Massimo: "Non posso fare altro che darti ragione Jean , Bordighera sta cambiando già da un po’, i ragazzi/e anche stanno cambiando , ma sopratutto mi sento di dire che i Genitori sono cambiati e sono persone come noi 45/55 anni che forse non hanno tempo a fare il padre e la madre". Oppure, Cinzia: "Basterebbe che i genitori facessero i genitori, ho visto ragazzine quindicenni seminude, di notte , e mi sono domandata chi avesse potuto permettere loro di uscire di casa così conciate".

Sarà il fatto che molti ragazzi non sanno che fare, di notte, in attesa del treno per tornare a casa, ma la situazione rischia così di degenerare.

Leggi QUI le altre notizie

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie