TRENITALIA SI COSTITUISCE PARTE CIVILE CONTRO I “FORCONI” PER IL BLOCCO DELLA STAZIONE DI ONEGLIA

TRENITALIA SI COSTITUISCE PARTE CIVILE CONTRO I “FORCONI” PER IL BLOCCO DELLA STAZIONE DI ONEGLIA
20 Febbraio 2017 ore 16:38

Imperia– Si è aperto oggi, davanti al gup del tribunale di Imperia, Paolo Luppi, con la costituzione a giudizio di Trenitalia, il processo per interruzione di pubblico servizio, danneggiamenti e altri reati, che vede nei guai ventuno attivisti del movimento dei “Forconi”, che tra il 9 e il 10 dicembre del 2013 organizzarono diversi blocchi a Imperia.

Il più importante dei quali fu quello del 9 dicembre, quando inscenarono un sit in alla stazione di Oneglia, bloccando il traffico dei treni: dalle 11.55 alle 17.30. In questo caso, Trenitalia si è costituita parte civile, lamentando un danno di circa 29mila euro.

Tra gli imputati c’è pure chi è accusato di aver danneggiato a calci e pugni la vettura di un automobilista capitato in uno dei blocchi stradali. L’udienza è stata aggiornata al prossimo 20 marzo per dare tempo alle parti di decidere eventuali riti alternativi o anche il beneficio della “messa alla prova”, istituto giuridico che permette all’imputato di scontare la pena sotto forma di volontariato, una volta che il danno sia stato risarcito. Il Collegio difensivo era formato, tra gli altri, dagli avvocati: Tito Schivo, Paola Letteri, Ivo Tiri e Giuseppe Fossati.

Leggi (QUI) le altre notizie del primalariviera.it


Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità