Cronaca

Una folla oceanica, con il rombo dei motori di decine di centauri schierati a Ospedaletti per l'addio a Luca Cardone

Nella chiesa del Cristo Risorto di Ospedaletti centinaia di persone per l'ultimo saluto a Luca Cardone

Una folla oceanica, con il rombo dei motori di decine di centauri schierati a Ospedaletti per l'addio a Luca Cardone
Cronaca Sanremo, 30 Settembre 2017 ore 16:27

Una folla oceanica - caratterizzata da decine e decine di amici centauri con le loro moto - oggi pomeriggio a Ospedaletti, nella chiesa del Cristo Risorto, per l'ultimo saluto a Luca Cardone, il giovane meccanico del concessionario Porsche di Arma di Taggia tragicamente morto nell'incidente di mercoledì pomeriggio, mentre in moto si recava al lavoro. Un'auto aveva svoltato all'improvviso e il giovane, esperto motociclista, non è stato in grado di evitarla. Terribile lo schianto che non ha lasciato scampo al 27enne di Ospedaletti. Tantissimi amici hanno affollato la chiesa, amici di Luca, provenienti da tante parti della provincia per dare conforto ai familiari, alla sorella Barbara, che vive a Badalucco,  e che in questi giorni drammatici non ha mancato di fare emergere anche via facebook tutto l'affetto nei confronti del fratello, sia da parte sua che delle tante persone che lo hanno conosciuto. Come testimonia anche la lettera che alleghiamo qui sotto scritta da uno dei suoi migliori amici.

All'uscita della bara, mentre il feretro era diretto al cimitero comunale di Ospedaletti, i motociclisti hanno avviato le loro moto facendo rombare i motori all'unisono. Un momento molto toccante, durato circa un minuto. Tanta commozione da parte delle circa 400 persone che gremivano la chiesa e la piazza Europa antistante.

La lettera dell'amico Luca Colombo (Leggi qui)

L'incidente mercoledì ad Arma di Taggia (Leggi qui)

10 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie