VENTIMIGLIA: IN COMA AL SANTA CORONA IL 66ENNE LUCIANO GUGLIELMI/ VEGLIA NOTTURNA SU FACEBOOK

VENTIMIGLIA: IN COMA AL SANTA CORONA IL 66ENNE LUCIANO GUGLIELMI/ VEGLIA NOTTURNA SU FACEBOOK
05 Gennaio 2017 ore 09:38

Ventimiglia – E’ ricoverato in coma all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure: Luciano Guglielmi, 66 anni, lo scooterista che è rimasto gravemente ferito, intorno alle 19 di ieri, dopo essersi schiantato contro un migrante, di 26 anni – libico con passaporto siriano – sbucato sulla superstrada di Bevera, dopo, a quanto pare, aver scavalcato una ringhiera assieme a un gruppo di altri stranieri con i quali stava presumibilmente cercando di raggiungere la Francia. Il migrante è morto.

Su Facebook (anche con il contributo del gruppo “Libera”) è stata organizzata una sorta di veglia notturna, accanto al figlio Maurizio, in pena come tutta la sua famiglia, per le sorti del padre, molto amato e conosciuto in città.

Accertamenti sono in corso da parte della polizia per ricostruire l’accaduto, ma sembra che l’urto sia stato violentissimo. Torna così a far discutere la scarsa sicurezza delle strade al confine (Autofiori compresa) per la continua presenza di migranti che si muovono come schegge impazzite, mettendo a repentaglio la vita delle persone, oltre che la loro stessa vita. Più volte, infatti, è stata segnalata la loro presenza, ma finora nulla è stato fatto.

“Sono qui con la mia famiglia a pregare perché mio padre sopravviva, tutto questo perché qui non c’è controllo, fino a quando non succede qualcosa và bene e ora siamo qui a pregare”, scrive su Facebook il figlio di Luciano, Maurizio. Al suo grido di dolore si sono unite oltre duecento persone.

Leggi (QUI) le altre notizie de La Riviera

Fabrizio Tenerelli


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità