Visite dermatologiche in Questura a Imperia col dottor Cannata

Visite dermatologiche in Questura a Imperia col dottor Cannata
Imperia, 16 Febbraio 2019 ore 14:46

Visite dermatologiche

Continuano le iniziative finalizzate alla cura e al benessere delle donne e degli uomini della Polizia di Stato della Provincia di Imperia, fortemente volute dal Questore Capocasa, fortemente convinto che la prevenzione diagnostica per gli operatori della Polizia di Stato rappresenta un obiettivo fondamentale nella tutela della loro salute, in considerazione della peculiarità del loro impegno operativo.

La possibilità di poter effettuare valutazioni cliniche di prevenzione dermatologica presso l’ambulatorio medico della Questura, costituisce occasione importante e unica per tutto il personale di porre la necessaria attenzione all’efficienza fisica, precondizione necessaria a un’efficace azione nei servizi di Polizia ed Istituzionali.

Dopo la giornata dedicata alla prevenzione cardiovascolare, in occasione della quale sono stati eseguiti circa 100 ECG, inizia il ciclo di visite dermatologiche presso la Sala Medica della Questura.

Grazie alla collaborazione istauratasi tra la Questura di Imperia e L’ASL1, il Primario di Dermatologia, Prof. Giuseppe Cannata, ha eseguito oggi uno screening dermatologico completo a favore dei poliziotti della provincia. La giornata odierna è stata anticipata dalla “Conferenza sulla prevenzione dei tumori cutanei” tenuta, sempre dal Prof. Cannata, lo scorso 6 novembre, nel corso della quale sono state illustrate le sintomatologie più comuni dei tumori della pelle soffermandosi, in particolare, sui processi degenerativi dei nei.

La Polizia di Stato della Provincia di Imperia ringrazia il Direttore Generale dell’ASL1, Dr. Prioli e il Direttore del Dipartimento Socio Sanitario ASL, Dr. Predonzani, per la sensibilità dimostrata nei confronti dell’Amministrazione alla Polizia di Stato.

Leggi QUI le altre notizie

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità