Cultura
Una tradizione centenaria

A Dolceacqua si è conclusa la festa campestre di San Cristoforo

Importantissimo anche l'aspetto religioso della festa, che culmina con la messa presso la cappella del luogo e la processione con il santo

A Dolceacqua si è conclusa la festa campestre di San Cristoforo
Cultura 31 Agosto 2022 ore 11:53

Si è appena conclusa a Dolceacqua la festa campestre di San Cristoforo

Una tradizione centenaria che si rinnova ogni anno l'ultimo fine settimana d'agosto, quando dolceacquini e turisti si ritrovano in località Pozzuolo, sulle colline del paese, dove si riuniscono in grandi tavolate conviviali per mangiare e bere in compagnia.

Importantissimo anche l'aspetto religioso della festa, che culmina la domenica con la messa presso la piccola cappella del luogo e la processione con il santo.

"La grande partecipazione della comunità alla messa ed alla processione è un segno di come questa festività sia ancora viva e sentita- dice Giorgio Lamberti, assessore del Comune di Dolceacqua e rappresentante del gruppo degli organizzatori - il fatto poi che si sia scelto di portare San Cristoforo in processione, dopo lo 'sciopero' dei portantini del paese a Ferragosto, non è una retrocessione nelle loro posizioni, ma un segno di affetto e di attaccamento a valori antichi, patrimonio di fede che i nostri 'vecchi' ci hanno tramandato, oltre che di rispetto e ringraziamento per le famiglie che aiutano a mantenere e conservare la chiesetta e lo spazio circostante."

Dopo la processione, come di consueto, la festa prosegue poi presso il "buffet", bar campestre allestito per l'occasione, con l'allegro accompagnamento della bandina.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie