Manifestazione

A fine agosto il Premio Vermentino a Diano Castello

L'edizione numero 27 è fissata per venerdì 28 e sabato 29 agosto, per la prima volta su due giorni, con un ricco programma di iniziative

A fine agosto il Premio Vermentino a Diano Castello
Golfo Dianese, 22 Luglio 2020 ore 11:22

Premio Vermentino a Diano Castello

Tante novità per Premio Vermentino, la rassegna – a carattere nazionale – che il Comune di Diano Castello dal 1994 dedica ad uno dei vini bianchi più pregiati d’Italia, prodotto con l’omonimo vitigno.

Un vitigno che ha trovato un primo ideale terreno proprio intorno al borgo medievale, dopo un lungo viaggio che lo ha portato, secondo illustri studiosi, dal Medio Oriente alle coste tirreniche, con una decisa affermazione già nel XIV secolo. O, secondo altre fonti, è approdato sulle colline circostanti Diano Castello proveniente dalla Penisola iberica, via Francia (Corsica). Un vitigno, comunque, che predilige terreni come quelli delle valli dianesi: soleggiati, ventilati, vicini al mare, poco fertili e asciutti. Terreni che propongono sfide e impegno. Il Vermentino, meno di un mese fa, grazie ad una cantina ligure, più esattamente spezzina, si è aggiudicato il riconoscimento di “Miglior vino bianco d’Italia” nell’ambito del concorso, targato Vinitaly, “5 Star Wines”. Questo prestigioso risultato, unitamente alla cancellazione di molte iniziative enologiche previste nei mesi scorsi, fa decisamente crescere l’interesse intorno al Premio Vermentino 2020.

L’edizione numero 27 è fissata per venerdì 28 e sabato 29 agosto, per la prima volta su due giorni, con un ricco programma di iniziative, che sarà a breve ufficializzato. Oltre ai lavori della commissione degli esperti, alle degustazioni aperte al pubblico ed all’esposizione delle bottiglie dei produttori partecipanti, sono previste visite guidate, conferenze, punti ristoro, un mercatino di prodotti tipici, spettacoli serali, passeggiate per i sentieri della zona, iniziative in alcuni ristoranti del comprensorio (che proporranno i Dian, corzetti de.co. di Diano Marina, che prevedono il Vermentino nell’impasto) ed un gemellaggio con il Comune di Neive, nelle Langhe, una delle capitali del vino, che sarà presente con i suoi pregiati “rossi” (Barbaresco, Barbera e Dolcetto). Diano Castello e Neive sono tra l’altro accomunati da alcuni fattori: fanno parte entrambi dell’Associazione dei Borghi più Belli d’Italia (sabato 29/8 è prevista la consegna ufficiale della bandiera per Diano Castello, seconda località del Golfo Dianese dopo Cervo a potersi fregiare di questo riconoscimento); hanno un aspetto insediativo molto simile, ritti su di una dominante collina; vivono la passione per la pallapugno, tanto che le due formazioni locali, Neivese e Amici del Castello, dovrebbero dar vita alla Coppa Vermentino, competizione che si è già svolta più volte in passato e che per l’occasione riprenderebbe vigore.

Nei giorni scorsi sono partiti gli inviti alle aziende vinicole della nostra regione e di altre zone d’Italia, ovvero Sardegna e Toscana, in cui la produzione di Vermentino è storicamente diffusa e solida. Si susseguono le prime adesioni, sia dalle due riviere liguri, dalla Versilia, dalla Gallura, ma anche – per la prima volta – dall’Umbria. Quest’ultima regione rappresenta una delle nuove frontiere del Vermentino, vitigno sempre più versatile ed apprezzato. I campioni devono pervenire entro il 7 agosto. L’obiettivo è quello di raggiungere almeno quaranta “etichette”.

A presiedere la commissione giudicatrice, composta da otto sommelier, espressi in pari numero da Ais e Fisar, sarà il noto giornalista Paolo Massobrio, uno dei maggiori esperti enogastronomici italiani.

L’evento, che si avvale della compartecipazione dell’Azienda Speciale Riviere di Liguria e della collaborazione dell’Enoteca Regionale della Liguria, è patrocinato da Ministero delle Politiche Agricole, Regione Liguria, Camera di Commercio delle Riviere di Liguria, Prefettura e Provincia di Imperia, Gal Riviera dei Fiori, Associazione Borghi più Belli d’Italia e Associazione Nazionale Città dell’Olio.

Titolare dell’evento è il Comune di Diano Castello, il cui sindaco e il suo vice, Romano Damonte e Massimo Calcagno, sono molto orgogliosi di questa storica rassegna, di gran lunga la più longeva tra quelle dedicate a questo vitigno. Il regolamento e il modulo per l’adesione dei produttori sono disponibili sul sito www.premiovermentino.it. Il Premio Vermentino, la cui organizzazione è stata affidata all’agenzia Immedia di Carlo Ferraro, è anche sui social: aperta anche la pagina Facebook, con l’inserimento dei primi “contributi”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità