Cultura
APPELLO ALLA REGIONE LIGURIA

Adhd e salute mentale: tre giorni di raccolta firme in provincia per potenziare il servizio

La rete delle Associazioni di Imperia invita tutta la cittadinanza a sostenere questa importante causa firmando la petizione

Adhd e salute mentale: tre giorni di raccolta firme in provincia per potenziare il servizio
Cultura Imperia, 24 Novembre 2022 ore 13:52

La raccolta firme toccherà Imperia, Sanremo e Ventimiglia

Aifa Aps, Associazione Italiana Famiglie Adhd, partecipa alla petizione per la raccolta firme organizzata in collaborazione con la Rete di associazioni, che sarà portata all’attenzione della Regione Liguria, affinché il Dipartimento Integrato di Salute Mentale e Dipendenze della provincia di Imperia con tutti i servizi che esso include, venga rafforzato con  nuove risorse di personale qualificato, per garantirne il funzionamento, secondo appropriatezza di valutazione, di diagnosi e di presa in carico terapeutica in linea con quanto previsto nei Lea (livelli essenziali di assistenza).

La rete delle Associazioni di Imperia invita tutta la cittadinanza a sostenere questa importante causa firmando la petizione: ci trovate a Sanremo in via Escoffier (statua di Mike Bongiorno) venerdì 25 novembre dalle 10 alle 13;  a Imperia in via San Giovanni; sabato 26 novembre dalle 9.30 per tutta la mattina; a Sanremo, Palafiori; venerdì 2 dicembre dalle 10 alle 13; a Ventimiglia, in via Aprosio, sabato 3 dicembre dalle 9 alle 12.

Le stime internazionali dicono che la prevalenza di Adhd

(Disturbo da deficit di attenzione e iperattività) nella popolazione in età scolare è del 5% mentre nella popolazione adulta è del 2,5%, ciò vuol dire che nel territorio di Imperia circa 1000 bambini e ragazzi e circa 5000 adulti in età lavorativa dovrebbero risultare diagnosticati ed essere presi in carico con un trattamento multimodale stabilito anche con la delibera n.183 approvata dalla Regione Liguria il 12 giugno 2019 e precedentemente con il Decreto n. 94 del 28 gennaio 2008 , ma ciò non avviene.

Questa è un’emergenza perché il mancato riconoscimento dell'ADHD in un bambino può portare a traiettorie evolutive negative con possibili conseguenze anche gravi nella vita da adulto.

L’ascolto quotidiano di familiari e di adulti da parte di Aifa Aps

attraverso i suoi volontari, riporta situazioni di grande sofferenza: le famiglie non trovano risposte concrete nei servizi della salute mentale e sono costrette a rivolgersi al privato. Ricevere una diagnosi permette di stabilire - come evidenzia la stessa delibera - un percorso psicoeducativo chiaro rivolto alle famiglie, agli insegnanti ed ai pazienti giovani e adulti per gestire tutti gli aspetti tipici dell'Adhd e per lavorare su strategie e accoglienza. Nei fatti, i bambini non ricevono il trattamento adeguato, neanche quello farmacologico previsto nei casi più severi mentre i genitori e gli insegnanti brancolano nel buio.

 Ancora più grave è la situazione per gli adulti che sono stati completamente abbandonati: per loro non esiste il percorso diagnosi e neanche la presa in carico terapeutica. La migrazione verso altre Asl o rivolgersi al privato rimangono le uniche strade. 

La Rete di associazioni è formata da

Alfapp (Associazione Ligure famiglie pazienti psichiatrici di Sanremo, Angsa (Associazione nazionale genitori soggetti autistici), Penelope (donne del Ponente per le pari opportunità), Spes-Auser Ventimiglia, Cittadinanza Attiva Liguria Tribunale per i diritti del malato Imperia, Caritas Intemelia. 

Per ulteriori info: referente.imperia@associazioneaifa.it

Seguici sui nostri canali
Necrologie