Cultura

Messa con il Vescovo a Casa Rachele di Vallecrosia

Il prossimo appuntamento natalizio è fissato per oggi la grande festa con lo spettacolo “Globulandia…”, preparato dagli Ospiti e dal personale e a seguire la S. Messa e la cena per il personale e le loro famiglie

Messa con il Vescovo a Casa Rachele di Vallecrosia
Cultura Ventimiglia, 20 Dicembre 2019 ore 10:15

Casa Rachele

Giovedì 19 dicembre S.E. Mons. Antonio Suetta Vescovo di Ventimiglia – San Remo, ha celebrato nella RSA Casa Rachele la S. Messa di preparazione al S. Natale portando il proprio augurio agli Ospiti della struttura. Il Vescovo è stato accolto dal Presidente della Fondazione Rachele Zitomirski, il Geom. Rocco Noto, dal Direttore Mauro Vicenzi, dal Presidente della Cooperativa Zivia Diego Cricca, dagli Ospiti, dai familiari, dai Volontari dell’AVO e dal personale di tutta la RSA.

Hanno concelebrato Don Antonio Robu, Parroco di San Rocco, il Diacono Achille Grassi, Vice-Presidente della Fondazione Rachele Zitomirski e il Diacono Adriano Garaccione figlio di un Ospite della Casa. Ad animare la S. Messa i canti accompagnati alla chitarra dalla bravissima Antonella e preparati dagli Ospiti, dal personale e dagli amici di Casa Rachele.

Alla solenne celebrazione eucaristica sono intervenuti gli Ospiti e i loro parenti, il Sindaco di Vallecrosia, Armando Biasi, il Vice-Sindaco Marilena Piardi e numerosi tra Consiglieri e Assessori sia di maggioranza che di minoranza, le Autorità civili e militari, i Consiglieri di Amministrazione della Fondazione e della Cooperativa Sociale Zivia, i volontari dell’AVO e tutti i lavoratori della Casa.

Il Vescovo durante l’omelia ha salutato la Famiglia di Casa Rachele, particolarmente nutrita per i festeggiamenti del Natale. Prendendo spunto dalle letture ha parlato dell’importanza della Famiglia come nella vicenda di Zaccaria ed Elisabetta, genitori di Giovanni Battista, e di Sansone, che la madre ormai anziana aveva promesso di consacrare a Dio. La fedeltà a Dio che entra nelle nostre vite per caso, ci deve permettere di reagire alle situazioni quotidiane. All’offertorio sono stati consegnati da alcuni operatori della Casa i fiori come espressione di gioia e festa, un’immagine con le mani a simbolo dell’accoglienza nei confronti degli Ospiti e i riconoscimenti dell’attività agli operatori: diploma e spille da appuntare alla divisa.

La Fondazione ha riconosciuto per la dedizione al lavoro, nella RSA Casa Rachele, per i 5 anni consecutivi a Guido Giordano e per i 10 anni Iuliana Reta Ciobanu, Irina Mulgacheva e Gianluca Morelli, accolti dagli intervenuti con un grande applauso, a testimonianza dell’apprezzamento per coloro che, con dedizione, operano quotidianamente a Casa Rachele, dedicando il loro tempo alle attività della struttura.

Al termine della S. Messa il Presidente della Fondazione, commosso, ha consegnato una targa di riconoscimento per i 25 anni di attività al Direttore Mauro Vicenzi, che stupito ed emozionato ha ringraziato chi intorno a lui ha lavorato sempre duramente in questi anni per permettere alla Casa di proseguire in tutte le sue attività per il benessere degli Ospiti.

Le autorità hanno condiviso, all’interno della Residenza, il tradizionale pranzo conviviale a cui ha fatto seguito il consueto scambio degli auguri per un Santo Natale e un Felice Anno Nuovo alla presenza dell’immancabile torta a sorpresa, mirabilmente preparata dalle cuoche della struttura e accompagnata da tutto il personale in divisa.

Il prossimo appuntamento natalizio è fissato per oggi la grande festa con lo spettacolo “Globulandia…”, preparato dagli Ospiti e dal personale e a seguire la S. Messa e la cena per il personale e le loro famiglie

10 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie