Nove spettacoli con grandi nomi del teatro e del cinema al “Comunale” di Ventimiglia

A cominciare dall'inaugurazione di venerdì 10 novembre, che vede in scena una grande signora del teatro italiano come Ottavia Piccolo in un testo, Enigma

Nove spettacoli con grandi nomi del teatro e del cinema al “Comunale” di Ventimiglia
31 Ottobre 2017 ore 11:45

Nove spettacoli con grandi nomi del teatro e del cinema al “Comunale” di Ventimiglia

Inaugurazione il 10 novembre

Nove spettacoli che affrontano temi universali ed attuali – dall’emancipazione femminile alla satira di costume, dai viaggi nelle periferie sociali a quelli nelle periferie dell’anima.
Così nasce la stagione 2017/18 del Teatro Comunale di Ventimiglia, esperienza che, grazie alla direzione artistica di Angelo Giacobbe della Cooperativa Cmc/Produzioni Nidodiragno, intende proseguire il cammino avviato verso una offerta teatrale qualitativa e intensa, in un dialogo rivolto ad un pubblico vicino e interessato.
Uno spettacolo in più rispetto alla scorsa stagione – per un calendario che si estenderà da venerdì 10 novembre a domenica 25 marzo – ed un filone anche rivolto alle scuole: queste le novità che il sindaco Enrico Ioculano ed il consigliere Alessandro Ghirri hanno inteso sostenere. E poi nomi di primo piano e tante storie piene di passione e contenuti.

A cominciare dall’inaugurazione di venerdì 10 novembre, che vede in scena una grande signora del teatro italiano come Ottavia Piccolo in un testo, Enigma – ambientato nella Berlino del post muro – scritto da quel prolifico ed amatissimo drammaturgo che è Stefano Massini.

La presenza femminile è quanto mai ricorrente in questa stagione e dunque ecco, venerdì 24 novembre, le quattro protagoniste scatenate di Appunti G – Alessandra Faiella, Rita Pelusio, Lucia Vasini e Livia Grossi – in una riflessione sulla condizione della donna che si interroga sul presente della sessualità e sulla vera “nostra” maturità nel comprenderla ed accettarla, senza discriminazioni o preconcetti.

Cinema che entra nella prosa, domenica 10 dicembre, per uno spettacolo di grande qualità come Regalo di Natale portato in scena da un novero di grandi attori che saranno vicini alla poetica di Pupi AvatiGigio Alberti, Filippo Dini, Giovanni Esposito, Valerio Santoro, Gennaro Di Biase per l’adattamento teatrale Sergio Pierattini.

Nelle festività natalizie si colloca l’appuntamento di venerdì 5 gennaio, che vede protagonista Natalino Balasso in scena con il suo travolgente monologo Stand Up Balasso, sublime concentrato di battute e incursioni tragicomiche: insomma un vero tsunami di comicità assoluta.

Tutta casa, letto e chiesa, indimenticato testo di Franca Rame e Dario Fo, irrompe nella programmazione intemelia venerdì 26 gennaio con la vivida interpretazione di una attrice tra le più apprezzate del cinema italiano, Valentina Lodovini.

Venerdì 2 febbraio, si prosegue tra noir e umorismo con due protagoniste amatissime come Marina Massironi Alessandra Faiella per lo spettacolo Rosalyn, da un testo di Edoardo Erba caratterizzato da un mood giallistico e introspettivo, ricco di capovolgimenti di ruoli e battute.

Tra le proposte esclusive più preziose, quella di sabato 24 febbraio con Elio Germano, che sarà a Ventimiglia (e in solo altre quattro piazze in Italia) per il suo spettacolo-studio La mia battaglia.

Venerdì 2 marzo, ancora un protagonista di spessore: Michele Riondino, che porta il suo tributo a De Andrè e Don Gallo, in Angelicamente anarchici.

Finale domenica 25 marzo, con la grande e attesa presenza di Ascanio Celestini a Ventimiglia per portare il suo nuovo progetto Pueblo, una narrazione in perfetto stile dell’autore romano, nelle periferie geografiche e umane della società.

E’ previsto anche uno spettacolo fuori abbonamento per le scuole: venerdì 12 gennaio sarà protagonista al teatro di Ventimiglia la Compagnia reggiana Mamimò, che presenterà agli studenti degli istituti superiori lo spettacolo Coriolano, l’ultima tragedia di Shakespeare, datata 1607, l’opera più politica e una delle meno rappresentate del bardo: una perfetta macchina metaforica sul potere, che potrà inaugurare un prezioso dibattito.

BIGLIETTI & ABBONAMENTI

BIGLIETTI

PLATEA: Intero euro 20,00 – Ridotto* euro 15,00

GALLERIA: Intero euro 15,00 – Ridotto* euro 12,00

GALLERIA STUDENTI: euro 10,00

*Ridotto: Under 18 e Over 65

ABBONAMENTI (9 spettacoli)

PLATEA: euro 135,00

GALLERIA: euro 100,00

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità