Economia
DECISIVA L'UDEINZA DEL 5 NOVEMBRE

Vertenza RT: sindacati sospendono "raffreddamento" dopo vertice in Prefettura e garanzie scritte

Per il 5 novembre, in tribunale a Imperia, è attesa una nuova udienza relativa allo sblocco del pignoramento dei conti correnti

Vertenza RT: sindacati sospendono "raffreddamento" dopo vertice in Prefettura e garanzie scritte
Economia Imperia, 28 Ottobre 2021 ore 14:28

Sospese le procedure di raffreddamento sindacale dopo il vertice in Prefettura

Garanzie sul proseguimento del percorso per la gestione in house dell'azienda e sul pagamento degli stipendi, non appena saranno sbloccati i conti correnti pignorati all'azienda e interruzione delle procedure di raffreddamento sindacali. Questo, in estrema sintesi, è l'esito del vertice tra sindacati, prefetto e Riviera Trasporti, che si è svolto stamani nei locali della Prefettura di Imperia, nell'ambito della vertenza che riguarda il futuro dell'azienda, il concordato preventivo e il pagamento degli stipendi. Per il 5 novembre, in tribunale a Imperia, è attesa una nuova udienza relativa allo sblocco del pignoramento dei conti correnti.

"Il piano concordatario presentato dovrà contenere una serie di impegni da parte degli enti proprietari, che fanno parte dell'azionariato per il rilancio assieme a noi dell'azienda - ha affermato il presidente di Rt, Giovanni Barbagallo, al termine del vertice -. Confidiamo che nei prossimi incontri ci sia uno sblocco delle somme pignorate, che ci consentiranno non solo di pagare gli stipendi, ma anche di avere le risorse da immettere nell'acquisto di pezzi di ricambio o gasolio, per arrecare minor disagio all'utenza".

Il Prefetto di Imperia, Armando Nanei ha puntato sul dialogo

"La riunione si è svolta con uno spirito costruttivo: non ci sono state una parte e una controparte, ma delle parti, che cercano in tutti modi l'avvio di una soluzione di questo problema".

Fiduciosi i sindacati, anche se il futuro delle trattative dipenderà dallo sblocco dei conti correnti: "Siamo soddisfatti fino a un certo punto, nel senso che abbiamo sospeso le procedure di raffreddamento - ha dichiarato Fabrizio Ioanna (Cgil) - in base a delle promesse e a degli impegni scritti, i quali hanno finalmente sancito che il percorso del 'in house' è quello che la Provincia perseguirà per il futuro dell'azienda".

Ha aggiunto: "Questo aiuterà sicuramente i commissari per il concordato, perché senza questa garanzia, anche noi avevamo il sospetto e la paura che il concordato non potesse stare in piedi. Nel frattempo, ci siamo dati del tempo fino al 10 novembre in attesa dell'udienza in tribunale per lo sblocco dei conti correnti, con la promessa e l'impegno che appena saranno sbloccati i fondi, si chiederà ai commissari di pagare le quote".

Per il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri (il Comune è azionista al 15,4 per cento circa)

"Una riunione importante, in un clima teso ma collaborativo. Con la controparte si è lavorato in maniera unitaria, perché l'interesse di tutti è di portare avanti la società. Come Comune di Sanremo è arrivato il momento di crederci in questa società ed è necessario che entrino anche gli altri Comuni più rappresentativi della Provincia. Ci vuole un aiuto concreto da parte della Regione, un piano economico per capire come uscire da questa situazione e pari passo deve procedere l'affidamento in house, che darà garanzia della continuità ed è quello che chiedono i lavoratori".

7 foto Sfoglia la gallery
Necrologie