Emergenza sanitaria

Concerti senza pubblico per l’Orchestra Sinfonica di Sanremo

Erano 5 i momenti di elevazione spirituale in musica previsti e che ora saranno trasmessi in streaming su YouTube sul canale della Sinfonica. Ecco il calendario

Concerti senza pubblico per l’Orchestra Sinfonica di Sanremo
Eventi Sanremo, 17 Dicembre 2020 ore 14:10

In queste ultime settimane la Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo ha lavorato affinché la musica potesse riprendere a risuonare nelle vie cittadine ed è per questo che, su volontà dell’Amministrazione Comunale e con la preziosa collaborazione della Curia Vescovile di Ventimiglia-Sanremo, era stata organizzata l’esecuzione di 5 momenti di elevazione spirituale in musica presso le Chiese di Coldirodi, Bussana e della zona periferica del Borgo di Sanremo. Con le ultime disposizioni, l’Orchestra deve rivedere il suo piano.

Concerti senza pubblico per l’Orchestra Sinfonica di Sanremo

“Purtroppo – comunicano con una nota stampa -, a seguito delle ultimissime disposizioni e per poter cautelare maggiormente la salute del nostro affezionato pubblico e dei fedeli, che sappiamo sarebbero stati presenti numerosi a questi importanti momenti di condivisione in musica, siamo costretti a modificare la modalità di fruizione di questi eventi. Per manifestare comunque la vicinanza dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo, dell’Amministrazione Comunale e della Curia Vescovile, soprattutto in questo periodo di festività, abbiamo scelto di realizzare in ogni caso le esecuzioni nelle sedi indicate senza, però, consentire l’accesso al pubblico”.

Il calendario

I brani programmati potranno quindi essere ascoltati in streaming sul canale YouTube dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo.

Le date di prima messa in onda saranno le seguenti:
– 20 dicembre – ore 21 – Concerto presso la Chiesa di N. S. dell’Annunciazione a Sanremo (Borgo)
– 21 dicembre– ore 21 – Concerto presso la Chiesa di S. Sebastiano a Coldirodi
– 22 dicembre – ore 21 – Concerto presso il Santuario del Sacro Cuore di Gesù a Bussana

“Presto ci ricongiungeremo”

“Sicuri che quest’iniziativa – continuano – possa contribuire a mantenere viva la tradizione musical-religiosa fornendo nel contempo un servizio ai nostri concittadini e ai fedeli, siamo altresì certi che presto – concludono – ci ricongiungeremo con il nostro affettuoso pubblico per momenti di musica e condivisione dal vivo”

Leggi QUI le altre notizie

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità