Glocal news
musica e guerra

Il rapper di origini ucraine che vive in Italia e il brano che parla del Donbass

"Non so come essere d'aiuto se non sfruttando la mia arte per cercare di smuovere qualcosa dentro le persone."

Il rapper di origini ucraine che vive in Italia e il brano che parla del Donbass
Glocal news 31 Marzo 2022 ore 18:23

C'è un rapper a Brescia di origine ucraina. Si chiama Slava e giovedì 31 marzo ha pubblicato   un nuovo brano nel quale si parla di un tema di grandissima attualità: il conflitto in Donbass.

Slava, il rapper che parla del conflitto in Donbass

Come racconta Prima Brescia, il cantante dal 24 febbraio, giorno in cui è scoppiata la guerra, ha costantemente tenuto informati i fan attraverso numerose storie pubblicate sul suo profilo Instagram. La canzone cantata per  Real Talk Special  è uscita  su Youtube.  Un brano che però è stato scritto a gennaio quando il conflitto non era ancora divampato ma che oggi è diventato tremendamente attuale.

LA CANZONE:

Queste le sue parole

"Questo pezzo è stato scritto molto prima che il conflitto, che va avanti da ormai svariati anni, degenerasse in quello che è oggi. Riascoltando la canzone adesso sembra quasi che si parli di quello che è successo dopo il 24 febbraio, ma non avrei mai immaginato di vedere nel 2022 scene da Seconda guerra mondiale. Non so come essere d'aiuto se non sfruttando la mia arte per cercare di smuovere qualcosa dentro le persone. Spero che questo brano possa contribuire a farvi riflettere".

Una vita difficile

Lui è Vyacheslav Yermak, nato nel 1994 a Charkiv (Ucraina) ma bresciano d'adozione. Da tutti conosciuto come Slava 030 è un giovane talento del rap italiano il quale è riusciti a trovare un giusto e proficuo equilibrio tra il suo lavoro in fabbrica e la sua passione per la musica. Tra le sue canzoni Soviet Squat recita  “Siamo fieri della nostra terra: di quella che ci ha partorito e di quella che ci ha accolto”.  Una vita difficile, quella che vive nei primi anni della sua vita: cresce senza la figura del padre in una famiglia composta perlopiù da donne. Arriva in Italia all'età di 11 anni con la famiglia e a Brescia si stabiliscono. In queste ultime ore sul suo profilo Instagram (da 99mila follower) sta raccontando il conflitto bellico con immagini che fanno venire i brividi.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie