Glocal news
è successo di nuovo

Mentre l'ambulanza presta aiuto a una ragazza, gruppo di teppisti aggredisce un soccorritore e lo manda in ospedale

L'aggressione è avvenuta a Melzo, nel Milanese. Ma non è purtroppo un caso isolato.

Mentre l'ambulanza presta aiuto a una ragazza, gruppo di teppisti aggredisce un soccorritore e lo manda in ospedale
Glocal news 13 Febbraio 2022 ore 09:49

Un episodio gravissimo, purtroppo non unico. Mentre un'ambulanza stava soccorrendo una ragazza, il conducente del mezzo è stato aggredito e malmenato da un gruppo di teppisti, che lo hanno fatto finire in ospedale. E' successo a Melzo, in provincia di Milano.

Autista dell'ambulanza aggredito da un gruppo di teppisti

Come racconta Prima La Martesana, l'episodio è avvenuto a Melzo, dove un soccorritore dell'ambulanza è stato aggredito, finendo in ospedale.
L'equipaggio era intervenuto in una zona centrale della città per prestare aiuto a una giovane segnalata con problemi di eccessiva assunzione di alcolici. Secondo  quanto è stato possibile ricostruire,  i soccorritori erano già scesi mentre l'autista ha cercato di percorrere un'altra strada per avvicinarsi meglio con l'ambulanza. Durante il  breve tragitto si è imbattuto in un gruppetto di teppisti che hanno colpito il mezzo. L'uomo, sceso per capire cosa fosse accaduto, è quindi stato aggredito. I giovani criminali si sono moltiplicati e dopo averlo preso a calci e pugni lo hanno lasciato dolorante con ferite, lividi e contusioni.

La denuncia

A denunciare il fatto è stato lo stesso gruppo di soccorritori, della Vignate Soccorso, in un post sulla propria pagina Facebook:

"Chi colpisce un volontario o un’associazione colpisce l’intera Comunità. Pur essendo un gesto isolato, rimane comunque un atto grave e inaccettabile. Ieri sera (venerdì, ndr) un nostro volontario è stato aggredito mentre prestava servizio. Un’aggressione è sempre un fatto increscioso e diventa insopportabile soprattutto quando questo accade ad un volontario nel momento in cui presta aiuto alla collettività, donando il proprio tempo libero in modo gratuito. Purtroppo, in questa società ci sono persone che non rispettano il prossimo né tantomeno chi gli dà aiuto. Vogliamo come associazione denunciare questo fatto ed essere vicini al nostro volontario, ringraziandolo per tutto quello che ha fatto, fa e farà".

Altri casi in Italia

Non si tratta, purtroppo, di un caso isolato.  Anche a Firenze giovedì sera l'autista di un'autolettiga è stato preso a calci e pugni. La sua colpa è di avere "disturbato" la movida cercando di passare nelle vie strette e affollate di giovani in centro per andare a prestare il proprio servizio. A fine gennaio era accaduto un fatto analogo a Trapani, a maggio a Gravina di Puglia.

Ha fatto il giro del web invece, quanto accaduto a Milano all'autista di un tram, costretto a fermarsi perché un ragazzo stava facendo le flessioni sui binari. E quando il  mezzo si è arrestato è stato colpito da un lancio di oggetti da parte degli amici del giovane.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie