Politica
igiene urbana

Appalto rifiuti a Ventimiglia: ecco le criticità e il programma dell'assessore D'Andrea per risolverle

A un mese dall’inizio del nuovo appalto relativo all’igiene urbana, continua il lavoro e il grande impegno di amministrazione

Appalto rifiuti a Ventimiglia: ecco le criticità e il programma dell'assessore D'Andrea per risolverle
Politica Ventimiglia, 13 Giugno 2022 ore 08:31

Diverse le problematiche che riguardano il settore

A un mese dall’inizio del nuovo appalto relativo all’igiene urbana, continua il lavoro e il grande impegno di amministrazione, staff e uffici, concentrati completamente per cercare di rispondere al meglio alle esigenze di Ventimiglia e dei suoi cittadini che con il nuovo appalto predisposto dalla precedente Amministrazione Ioculano si sono acutizzati mettendo in mostra diverse lacune. “Mi rendo disponibile - afferma Cristina D’Andrea, assessore all’Igiene urbana - per cercare di risolvere le problematiche, insieme ai consiglieri Roberto Nazzari e Giuseppe Palmero, incaricati dal sindaco Scullino a comporre una squadra per studiare le possibili soluzioni migliorative ad un capitolato costruito in passato sotto l’Amministrazione Ioculano”.

Conferimento nei centri di raccolta

E aggiunge: “Per prima cosa, vorrei fare un po’ di chiarezza su cosa si può conferire nel Centro di raccolta di Bevera rispetto al potenziamento di quello di Camporosso, sperando di rispondere alle domande di molti miei concittadini. Dobbiamo migliorare la raccolta differenziata oggi solo al 30% e dal 1° settembre si inizierà con un sistema porta a porta spinto in questi tutto il territorio comunale, ad eccezione del Centro Storico e di alcune frazioni”.

E ancora: “Tutti i privati potranno conferire in discarica: imballaggi di carta o cartone, imballaggi di plastica, imballaggi di legno, carta, vegetali, rifiuti mercatali, umido, legno, rifiuti ingombranti, ferro, frigoriferi, apparecchiature elettriche ed elettroniche, tubi fluorescenti, pneumatici fuori uso, RSU (rifiuti solidi urbani ovvero ferro, olio esausto, alluminio, latta, prodotti chimici, tessile etc), vetro bianco, farmaci, batterie e pile, olio minerale e olio vegetale”. Chi avesse impossibilità di recarsi personalmente potrà prenotare un ritiro a domicilio contattando direttamente la ditta al numero 800.508.999, inviando una mail a bacino.ventimigliese@teknoserviceitalia.com oppure chiedendo informazioni tramite il form di contatto sul sito https://www.teknoserviceitalia.com/bacino-ventimigliese.html.

“Questo nuovo servizio - conclude l’assessore Cristina D’Andrea - sicuramente é’ una nuova sfida per tutti noi ed ha bisogno del contributo di tutti. Dobbiamo però apportare correttivi e non è facile perché oramai il capitolato era stato fatto in questo modo. Anche l’aumento della Tari, seppure percentualmente non rilevante che pesa comunque sui cittadini, che non è una scelta della nostra Amministrazione me che è stato imposto dal sistema di calcolo dell’autorità nazionale Arera sulla base del piano economico finanziario che la normativa prevede, dovrà essere riassorbito già a partire dai prossimi anni. Oggi resta però il fatto che i cittadini devono subire il disagio di adeguarsi alle nuove norme e al nuovo capitolato senza avere in cambio il beneficio di un miglioramento della pulizia della nostra città, vedremo di correggere questa stortura”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie