Sansa al vetriolo su FB

Botta e risposta in Consiglio per il governatore “Assentotista”

Esplode la polemica: opposizione denuncia le assenze del presidente Toti, maggioranza ribatte a tono

Botta e risposta in Consiglio per il governatore “Assentotista”
Politica 12 Gennaio 2021 ore 14:51

Esplode la polemica in Consiglio regionale: a “lanciare la pietra” il consigliere di opposizione, ex candidato alla presidenza, Ferruccio Sansa, che punta il dito contro le assenze del governatore Giovanni Toti, l’Assentotista.

“Assentotista, da mesi va avanti così”

Con un lungo post su Facebook, Ferruccio Sansa – espressione ligure dell’alleanza giallorossa al governo – condanna le numerose assenze  del presidente della giunta regionale Giovanni Toti. “Poltrona vuota – scrive sulla sua pagina FB – . Ancora una seduta del Consiglio Regionale senza il Presidente Giovanni Toti. Che è anche assessore alla Sanità. In pratica siamo qui per niente. Le interrogazioni e le domande dei cittadini sulla gestione del Covid restano senza risposta. Nessun assessore è stato delegato a rispondere. Zero. Da mesi va avanti così. Il Presidente spesso non viene o se ne a metà seduta. “Impegni istituzionali”, viene detto. Quali? Chissà. Era ovvio che finisse così, visto che il sovrano Toti è anche assessore alla Sanità e al Bilancio. Oltre a essere molto distratto da impegni magari televisivi.”

“Cerchi su internet”

“Come finisce in Consiglio?  – prosegue Sansa – Nella migliore delle ipotesi per rispondere alle domare rivolte a Toti viene estratto a sorte un assessore che legge comunicazioni di cui chissà cosa sa. Altre volte si assiste a risposte surreali: “Cerchi su internet” (Ilaria Cavo). Spesso non rispondono proprio. Stanno lì, chiacchierano, telefonano, ridono. Beati loro”

“Ma lo sa il governatore che una seduta costa 8mila euro?”

“Una seduta inutile. Sprecata. Il Consiglio regionale – precisa il consigliere – è un organo fondamentale per la democrazia di un organo legislativo come la Regione e per controllare l’operato della maggioranza. Così è inutile. Così si sprecano migliaia di euro. Quelli dei nostri – lauti – stipendi che dobbiamo guadagnarci fino all’ultimo centesimo, mentre Toti ci costringe a stare qui a scaldare la sedia. Ma non solo: lo sa il Presidente Toti – conclude – che ogni seduta, anche quella inutile di oggi, costa 8mila euro?”

Pronta la risposta del capogruppo Vaccarezza

“L’avvento del nuovo anno non ha portato ragionevolezza e buonsenso al consigliere di minoranza Ferruccio Sansa che, durante la seduta del consiglio regionale di oggi, ha avuto la bella faccia tosta di sproloquiare a caso sull’assenza del presidente Giovanni Toti. – afferma Angelo Vaccarezza, capogruppo di Cambiamo! in consiglio regionale – ‘Siamo qui per niente’, dice Sansa, ‘una seduta inutile’, ribadisce. Follie, frasi senza senso, buttate lì tanto per fare un po’ di maretta, senza la minima idea di come si faccia un’opposizione seria e costruttiva in una sede istituzionale di un ente come la Regione”.

“Se Sansa pensa di essere stato inutile, rinunci alla sua indennità”

 

“Se Sansa ritiene di essere stato inutile – prosegue -, che sia venuto meno il suo ruolo di consigliere, e che la sua presenza oggi non abbia apportato nulla alla collettività, – continua ancora Vaccarezza – può sempre prendere in considerazione l’idea più assennata e responsabile: può rinunciare alla sua indennità e lanciare un segnale di serietà verso i liguri. La stessa serietà e il rispetto che il presidente Toti ha tenuto nei confronti dei tantissimi elettori della nostra regione che lo hanno scelto e premiato alle urne, quando ha deciso di tenere per sé la delega alla sanità”.

“Oggi Toti non è per funghi”

“Toti ha scelto di occuparsi in prima persona della situazione sanitaria del nostro territorio, mettendoci la faccia, senza mai tirarsi indietro, anche a fronte di una situazione pandemica, la cui gestione si sta rivelando estremamente delicata. – conclude Vaccarezza – Voglio rassicurare il buon Sansa, comunque, so che lui è abituato a presidenti che governano la Liguria in maniera differente e sono abituati ad assentarsi per i motivi più disparati, ma Toti oggi non era per funghi. Qui lavoriamo con serietà e nessuno si sta ‘Burlando’ dei Liguri, che, come il voto ha ribadito, questo lo hanno assolutamente ben presente”.

La precisazione dalla Regione

A stretto giro arriva anche la precisazione dagli uffici regionali: il governatore Giovanni Toti, era impegnato nel ponente ligure dove si è insediato il nuovo direttore generale di Asl 1 Silvio Falco, e in una serie di altri incontri legati al terzo ciclo di consegne dei vaccini nelle aziende sanitarie e negli ospedali del territorio da parte della struttura commissariale nazionale. A ogni interrogazione presentata dai Consiglieri è stata comunque fornita risposta scritta. “Come sempre, anche in questi complessi momenti per il Paese – afferma il presidente Toti – le opposizioni non perdono occasione per dimostrare la propria inadeguatezza, oltre che la propria ignoranza sul regolamento del Consiglio stesso che prevede, come è naturale, le assenze legate ai propri compiti di governo”.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità