Politica

De Bonis: Capacci deve prendere atto che non ha più la maggioranza completa

“Siamo in attesa che il sindaco prenda atto che non ha più la maggioranza. Se il sindaco non ne prende atto faremo tutto quello che possiamo per farglielo capire.”

De Bonis: Capacci deve prendere atto che non ha più la maggioranza completa
Politica Imperia, 24 Novembre 2017 ore 13:28

Il Partito Democratico spiega le motivazioni che hanno portato i quattro assessori di Imperia a diettersi dal loro incarico.

Antonio De Bonis: "Il sindaco deve prendere atto che non ha più la maggioranza completa"

“Siamo in attesa che il sindaco prenda atto che non ha più la maggioranza. Se il sindaco non ne prende atto faremo tutto quello che possiamo per farglielo capire.”  commenta De Bonis che non si sbottona su una eventuale mozione di sfiducia e aggiunge: “Non vogliamo accelerare il 30 e il primo dicembre ci sono due consigli comunali: dopo vedremo che cosa riterrà di fare il sindaco”

Mannoni: "Il problema non è Rivieracqua di per se, ma la gestione del servizio idrico che deve essere pubblica. Capacci continua a trascinare le cose per lunghe"

“Rivieracqua ha una serie di problematiche, non è nata nel migliore dei modi possibili e non solo nel Comune di Imperia. Il problema però non è Rivieracqua di per se, ma la gestione del servizio idrico che deve essere pubblica: è una questione su cui abbiamo un’identità politica, di partito. Capacci continua a trascinare le cose per lunghe, facendo venire in dubbio che abbia un’altra strategia in mente” ha spiegato Pietro Mannoni.

A Mannoni si aggiunge Gianfranca Mezzera: "Il sindaco dice a parole di volere l'acqua pubblica ma nei fatti  agisce come se desiderasse il contrario"

Giuseppe De Bonis, assessore dimissionario: "Capacci spara nel mucchio, non stiamo giocando a Risiko: ogni volta che si prende un decisione ci sono ripercussioni sui cittadini. Bisogna essere cauti e lui ha dimostrato di non esserlo"

9 foto Sfoglia la gallery

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie