Politica
IL CASO

Fiorello e Amadeus sbeffeggiano persone con effetti avversi da vaccino, Italexit: "Chiedano scusa"

"La prima serata del Festival di Sanremo è stata caratterizzata da esternazioni presentate come satira dal contenuto a dir poco aberrante"

Fiorello e Amadeus sbeffeggiano persone con effetti avversi da vaccino, Italexit: "Chiedano scusa"
Politica Sanremo, 03 Febbraio 2022 ore 10:02

Italexit contro Amadeus e Fiorello per aver deriso chi ha avuto effetti avversi da vaccino

Italexit per l'Italia - Imperia e  Coordinamento Regionale Liguria, chiedono - in una nota - a Fiorello,  Amadeus e alla Rai, delle pubbliche scuse a tutti i cittadini che si sono sentiti feriti in merito allo sketch  per nulla divertente), riguardante la vaccinazione agli effetti avversi.

I contenuti della nota stampa

La prima serata del Festival di Sanremo, svoltasi martedì 1 febbraio, è stata caratterizzata da esternazioni presentate come satira dal contenuto a dir poco aberrante, con Rosario Fiorello che si è lanciato in una pantomima simulando movimenti inconsulti del braccio, presentati sghignazzando come dovuti al grafene o al chip del vaccino, davanti ad un Amadeus sorridente e compiaciuto, ripetuta più volte durante la serata e accompagnata da frasi chiaramente irridenti nei confronti dei non vaccinati contro il covid e di chi ha avuto reazioni avverse, che evidentemente per i due sono frutto di fantasie spiritose, dove non vi è nulla da ridere o divertirsi – queste le dichiarazioni di Simona Marazzi Coordinatrice di Italexit per l’Italia – Imperia -

Vorremmo sommessamente ricordare ai signori Sebastiani e Fiorello

che quei movimenti inconsulti sono una delle reazioni di tipo neurologico avverse al vaccino e non sono affatto divertenti per chi se le ritrova, esattamente come tutte le patologie di tipo autoimmune, neurologico e allergico che hanno colpito moltissimi inoculati per convinzione o per forza che non possono permettersi, al contrario dei signori in questione, cure private ed assistenza adeguata, per non parlare di chi ci ha perso la Vita, ( vediamo il caso di Camilla )

La Coordinatrice di Italexit per l'Italia - Imperia Simona Marazzi e il Coordinatore Regionale di Italexit per l’Italia - Liguria Montorro Fabio, chiedono pubbliche scuse per l’accaduto che configura un attacco denigratorio a dir poco scandaloso ed inaccettabile nei confronti di chi ha subito danni. È facile quando si guadagna in un mese quanto il cittadino comune in vent’anni, deridere chi è costretto ad accettare un farmaco per poter continuare a lavorare per vivere.

Farmaco che magari ti procura danni permanenti o in alcuni casi anche il decesso

questo perché non può permettersi l’autista, le cliniche private, né ha una villa in cui perdersi per passare il tempo. Il festival è un evento mondiale, uno dei principali biglietti da visita dell’Italia, deridere chi ha avuto danni ferisce non solo gli italiani, ma pone in un quadro negativo il nostro Paese. Pretendiamo delle scuse non solo per il mancato rispetto di quei cittadini che sono stati male per il vaccino, ma anche per tutti quegli Italiani che hanno dovuto obbligatoriamente cedere ad un ricatto di Stato di fronte ad un Festival privo di regole e di controlli.

Un Amadeus compiaciuto delle prese in giro di Rosario Fiorello, stesso conduttore al quale è stato concesso di condurre uno spettacolo con musicisti positivi e non finisce qui. Dopo la patetica scenetta di Sileri che afferma la possibilità di condurre da positivo asintomatico, gli italiani hanno anche dovuto sentire dire che la Sig.ra RAI non poteva controllare o chiedere il Green Pass. Tutto questo è inaccettabile, in Italia le leggi valgono solo per il popolo, ma per i Vip e per i politici niente regole.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie