Frontalieri: approvato ordine del giorno di Mulè, il plauso di Parodi

"Con enorme soddisfazione accogliamo l'approvazione del ordine del giorno, sui veicoli condotti dai frontalieri, del onorevole Giorgio Mulè"

Frontalieri: approvato ordine del giorno di Mulè, il plauso di Parodi
Ventimiglia, 20 Febbraio 2020 ore 15:19

Approvato ordine del giorno di Mulè

Frontalieri

“Con enorme soddisfazione accogliamo l’approvazione del ordine del giorno, sui veicoli condotti dai frontalieri, del onorevole Giorgio Mulè”. Lo ha dichiarato il segretario dei Frontalieri Autonomi Intemelii (Fai), Roberto Parodi. “Un anno che come associazione FAI stiamo dietro a questo problema. Insieme all’onorevole Mulè abbiamo portato all’attenzione del parlamento questo problema, anche se in alcuni casi con interventi duri, siamo riusciti a fare approvare all’unanimità questo ordine del giorno”.

Prosegue Parodi

Secondo Parodi: “L’unico tasto negativo è stato che non si sia capito prima cosa comportava questa legge. Fosse stato approvato l’emendamento 13,48 al mille proroghe sarebbe stata legge già da fine mese. Adesso bisognerà aspettare il prossimo provvedimento. Dispiace, ancora, come i 5 stelle, non abbiano visto l’emendamento, votando contro in commissione, e ancora oggi lo negano per mancanza di informazione e approfondimento”.

Ringraziamenti

“La cosa comunque più importante è portare presto l’approvazione della modifica della legge con il consenso di tutti. Ringraziamenti vanno anche al ambasciatore italiano a Monaco Gallo, al presidente del consiglio nazionale di Monaco Stephane Valeri, al presidente della commissione esteri monegasca Josè Badia e al segretario di stato di san marino Luca Beccari con cui ci siamo sentiti e aggiornati in questi giorni, Grazie anche ai loro interventi si è raggiunto questo risultato”.

“In questo momento insieme all’ufficio legislativo della camera del onorevole Mulè, la dottoressa Cecchi che ringrazio per la sua preparazione e professionale competenza, stiamo studiando un testo definitivo da sottoporre al governo in modo i vada incorro a tutti i casi riguardanti i nostri lavoratori e i gradi di parentela di chi risiede in zone di frontiera”.

Leggi QUI le altre notizie

Il video intervento di Mulè

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei