SCUOLA

Da lunedì gli studenti non residenti a Bordighera pagano un euro in più i buoni mensa

Da lunedì prossimo gli studenti non residenti a Bordighera pagheranno un euro in più per il servizio di mensa scolastica

Da lunedì gli studenti non residenti a Bordighera pagano un euro in più i buoni mensa
Bordighera, 02 Ottobre 2020 ore 16:32

Buoni mensa

Da lunedì prossimo gli studenti non residenti a Bordighera pagheranno un euro in più per il servizio di mensa scolastica. Il buono pasto passa così da 3,20 euro per le materne e 3,50 euro per le elementari e medie, rispettivamente a 4,20 e 4,50 euro. La decisione ha creato malcontento tra i genitori i cui figli vivono fuori Bordighera, ma frequentano le scuole della cittadina delle Palme. Seborga è un esempio.

“Il Comune ha sempre contribuito a coprire la spesa della mensa e quello che paga il genitore non è il costo reale, ma un contributo .- spiega l’assessore alla pubblica istruzione, Stefano Gnutti -. Mi è sembrato normale applicare questa differenza, visto che chi abita a Bordighera paga le tasse. Negli altri casi è giusto che intervengano i Comuni di residenza e che ci pensino i loro Servizi sociali ad andare incontro alla spesa”.

Gnutti spiega che i Servizi finanziari del Comune di Bordighera avevano chiesto di adeguare le tariffe dal primo gennaio 2020: “Ma sinceramente non mi sembrava molto bello, nel corso dell’anno scolastico, stravolgere il prezzo dei buoni mensa. Così siamo riusciti ad arrivare a un compromesso, quello di iniziare col nuovo anno scolastico. E’ una scelta che mi sembra logica, l’amministrazione di Bordighera non può contribuire con alunni che vengono da fuori e i cui genitori pagano le tasse a un altro Comune”.

Leggi qui le altre notizie

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità