Politica
FOTO E VIDEO

I giardini e le fontane di Villa Grock tornano a risplendere con i giochi d'acqua

Il parco è tornato a rivivere grazie a un imponente intervento di restauro finanziato dalla Fondazione Compagnia di San Paolo

I giardini e le fontane di Villa Grock tornano a risplendere con i giochi d'acqua
Politica 08 Giugno 2022 ore 20:18

In serata l'inaugurazione dei giardini e delle fontane

Il parco di Villa Grock, la storica dimora di Adrien Wettach, il circense svizzero (in arte Grock), morto a Imperia, il 14 luglio del 1959, è tornato a rivivere grazie a un imponente intervento di restauro finanziato per complessivi 300mila euro dalla Fondazione Compagnia di San Paolo, che ha proceduto alla ricostruzione filologica del giardino attorno alla Peschiera e al ripristino delle tre fontane e dei giochi d’acqua. Gli interventi sulle tre fontane (la grande Peschiera, fontana dell'Arancio e Per Aspera ad Astra) sono stati realizzati da Forme d’Acqua Venice Fountains, che ha riconfigurato in maniera sostenibile il circuito acqueo.

Le pompe, infatti, aspirano l’acqua dalla vasca della Peschiera, che, dopo un processo di filtrazione biologica, senza l’utilizzo di additivi chimici, circola attraverso un circuito che collega le tre fontane. La ricostruzione filologica del giardino attorno alla Peschiera ha restituito la visione dell’antico giardino attraverso la riscoperta delle essenze botaniche del primo progetto del parco della Villa e il disvelamento della simbologia nascosta dallo stesso Grock.

Le dichiarazioni di Claudio Scajola

"Il re dei clown - così lo ha definito, in serata, il sindaco e presidente della Provincia di Imperia, Claudio Scajola, all’inaugurazione dei giochi d’acqua -. Grock è l’inventore nei circhi dei giochi di luce e dei giochi d’acqua. Senza i giochi di luce e le sue fontane questa era una villa morta. Grazie al contributo della Compagnia di San Paolo, il suo presidente Profumo che è venuto un anno fa ed ha visto quanto era necessario fare, mantenendo la parola data ha finanziato i primi due lotti che hanno permesso di riaprire i giochi d’acqua in maniera scenografica”.

L'intervento di Francesco Profumo

Presente anche Francesco Profumo, presidente della Compagnia di San Paolo, che ha annunciato il finanziamento della restante parte dei lavori della Villa. “La Compagnia di San Paolo continuerà a finanziare questo progetto - ha affermato - in modo tale che questo possa diventare un modello di sviluppo sostenibile dove custodire la bellezza, vuol dire anche mettere in condizione la bellezza di vivere in un mondo che è sempre diverso e che ha bisogno di essere trattato con la giusta delicatezza. Abbiamo finanziato due lotti, ciascuno di 150mila euro, per un totale di 300mila euro. Adesso stiamo lavorando sui progetti per i due lotti successivi e la valorizzazione naturalmente sarà determinata dal progetto stesso”.

Video

4 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie