Politica
INCONTRO A PIGNA

La proposta di Raffaella Paita: "Trasferire ad Anas la Sp64 per garantirne la messa in sicurezza"

Trasferire la competenza della strada provinciale 64 della val Nervia all’Anas per garantirne la messa in sicurezza

La proposta di Raffaella Paita: "Trasferire ad Anas la Sp64 per garantirne la messa in sicurezza"
Politica Val Nervia, 28 Marzo 2022 ore 15:21

La proposta durante l'incontro con i sindaci della vallata

Trasferire la competenza della strada provinciale 64 della val Nervia all’Anas per garantire quegli interventi di messa in sicurezza, che restando sotto l’egida della Provincia non potrebbero essere attuati per mancanza di fondi. La proposta è stata avanzata stamani dal Presidente della IX Commissione Trasporti della Camera, Raffaella Paita, a Pigna, sulle alture di Ventimiglia, nel corso di un incontro con i sindaci dell’entroterra. La maggior parte dei Comuni della vallata infatti hanno sottolineato la necessità di intervenire al più presto sulla sp 64. “Mi sembra una proposta saggia - ha affermato Paita - perché quella è una strada molto problematica, ma è anche una grande via di comunicazione che interseca parecchi Comuni. In passato abbiamo avviato un ragionamento su molte strade e alcune sono passate ad Anas”. Ha poi aggiunto: “Credo che questa possa essere una soluzione anche per garantire una maggiore sicurezza sia in termini idraulici, che di percorrenza dei cittadini.".

L'intervento del sindaco di Pigna Roberto Trutalli

Note di soddisfazione da parte del sindaco di Pigna Roberto Trutalli: “Purtroppo la provinciale necessità di interventi importanti, sia per la sicurezza, sia perché il tracciato, che ormai dopo tanti anni, presenta delle criticità. Sicuramente la provincia non riesce in qualche modo a mantenere il manto e la protezione della strada dalla parte della montagna". Conclude Trutalli: “Abbiamo alcuni tratti che sono critici sia per il cedimento strutturale dei muretti a monte, che per il grosso danno causato in questi anni dai cinghiali”.

2 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie