Parlano gli assessori

Le precisazioni di Regione Liguria sul completamento dell'Aurelia Bis

"Primo lotto apptabile dal 2012, con Paita assessore. Non è vero che esiste solo uno studio di fattibilità del 2015".

Le precisazioni di Regione Liguria sul completamento dell'Aurelia Bis
Politica 16 Luglio 2021 ore 14:34

In merito al completamento della Variante Aurelia a Sanremo, Regione Liguria ha diffuso con una nota alcune precisazioni.

 

Intervento diviso in due lotti

L’intervento risulta diviso in due lotti, il primo dei quali, relativo al tratto Sanremo centro – Sanremo foce per circa 1,1 chilometri, è già inserito nel piano quinquennale di Anas ed è appaltabile dal 2012.

Trattandosi di una infrastruttura ritenuta prioritaria e già valutata positivamente da Regione Liguria, con una delibera di Giunta approvata il 1° luglio scorso è stata data l’intesa al governo sulle opere per cui è prevista la nomina dei commissari straordinari, vincolando l’intesa stessa all’inserimento nell’elenco anche del completamento della variante Aurelia a Sanremo.

 

 

Per quanto riguarda il secondo lotto, Sanremo Foce-Pian di Poma (sviluppo di circa 2 chilometri), Regione ritiene possa essere inserito nella prossima programmazione quinquennale di Anas con la possibilità, se necessario, di dividerlo in due stralci.

 

"All'epoca l'assessore era Raffaella Paita"

“Siamo contenti che il governo stia rispondendo positivamente alla nostra richiesta di 'ravvedimento' – affermano gli assessori alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone e ai Trasporti e al Turismo Gianni Berrino - circa l'inserimento della Variante Aurelia di Sanremo nel programma delle opere per cui è prevista la nomina dei Commissari. Il fatto che alcuni parlamentari si siano espressi oggi e non prima, significa evidentemente che la nostra delibera ha sortito gli effetti sperati. Riteniamo tuttavia pretestuoso e anche un po' deludente che un’esponente parlamentare, presidente della Commissione Trasporti della Camera, vanti meriti non suoi, con affermazioni che non corrispondono al vero circa l’esistenza solo di uno studio di fattibilità del 2015. Il primo lotto era infatti appaltabile fin dal 2012, quando Paita era assessore della Giunta di centrosinistra alla guida di Regione Liguria, per altro con la delega alle Infrastrutture, e nulla ha fatto per completare questo intervento”.

 

Docici km per bypassare il centro di Sanremo

Complessivamente lo sviluppo dell’opera, fino all’innesto sulla via Aurelia in località Pian di Poma, sarà di 12,1 chilometri (dei quali l’80% circa in galleria) e consentirà la circonvallazione completa dell’abitato di Sanremo, la quarta città più popolosa della Liguria, polo commerciale europeo nella vendita di fiori e località a forte richiamo turistico e culturale. La possibilità di completare la Variante Aurelia a Sanremo ne permetterebbe uno sviluppo ambientale sostenibile, togliendo dal centro cittadino il caotico traffico giornaliero dando ulteriore impulso alla vocazione turistica e florovivaistica della città dei fiori.

Necrologie