IL TAGLIO DEL NASTRO

Riaperta la provinciale 68 di Rocchetta Nervina, stamani l’inaugurazione

E' stata ufficialmente riaperta, stamattina, la strada provinciale 68 per Rocchetta Nervina, in alta val Nervia, chiusa al traffico il 27 novembre del 2019

Riaperta la provinciale 68 di Rocchetta Nervina, stamani l’inaugurazione
Politica Val Nervia, 16 Dicembre 2020 ore 11:49

Cerimonia di riapertura della strada provinciale per Rocchetta Nervina

E’ stata ufficialmente riaperta, stamattina, la strada provinciale 68 per Rocchetta Nervina, in alta val Nervia, chiusa al traffico il 27 novembre del 2019, in seguito a un crollo provocato dal maltempo. Il 10 gennaio scorso, per strappare il paese dall’isolamento, venne inaugurato un ponte “Bailey” di 42 metri – come viabilità alternativa per scavalcare il tratto di strada crollato – che è stato rimosso in questi giorni.

Per il sindaco Claudio Basso: “E’ la fine di un calvario”

Presenti alla cerimonia di apertura, oltre al sindaco di Rocchetta, Claudio Basso e a quello di Dolceacqua, Fulvio Gazzola (i due Comuni direttamente interessati), anche il presidente della Provincia di Imperia, Domenico Abbo; gli assessori regionali Giacomo Giampedrone e Marco Scajola, l’onorevole Flavio Di Muro e una delegazione del Consiglio regionale. “Finalmente abbiamo messo un punto di fine a questo calvario durato un anno – ha affermato Basso -. Grazie alla sinergia di tuti gli enti che hanno collaborato, in un tempo relativamente breve siamo riusciti a riaprire la strada. Con il ponte bailey il problema era parzialmente risolto: la popolazione non era più isolata, ma i mezzi pesanti non potevano transitare”.

Giampedrone elogia la sinergia tra le istituzioni

Per Giampedrone: “La sinergia tra istituzioni e la capacità di dare risposte nei tempi che si prospettano, credo che sia stato un unicum che in questo momento la Liguria rappresenta molto bene. C’è, poi, la capacità di tutti: tecnici e ditte di mettere in campo le soluzioni migliori. Tutto quanto è stato fatto con soluzione provvisoria, per dare una misura almeno palliativa, che consentisse di non provocare il distaccamento totale di una frazione che era completamente isolata”. Per Abbo: “I lavori hanno dimostrato una volta di più l’importanza della Provincia, che ha condotto a termine un intervento di riparazione assai difficile, limitando al massimo i disagi per gli abitanti della zona”.

L’onorevole Flavio Di Muro chiede un decreto Ponente sul modello di Genova

“Non si può sempre inseguire l’emergenza: serve un decreto Ponente, come il decreto Genova, che metta sul piatto risorse, norme speciali e se del caso commissari straordinari, per mettere freno al dissesto geologico e per dare la possibilità di prevenire, senza dover rincorrere le emergenze legate alle alluvioni che, di volta in volta, si susseguono sul nostro territorio”.
Lo ha dichiarato l’onorevole Flavio Di Muro, stamani, a margine della cerimonia di riapertura della strada provinciale 68 per Rocchetta Nervina. “Siamo in attesa di sapere come il governo nazionale vuole trattare il nubifragio del 2-3 ottobre scorsi – ha aggiunto Di Muro – che ha colpito Ventimiglia in particolare, ma anche altri Comuni della provincia di Imperia. Qui a Rocchetta celebriamo una vittoria, quella della collaborazione tra le istituzioni che è riuscita in maniera strutturale a dare un ponte e a far uscire dall’isolamento la comunità di Rocchetta”.
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità