Politica

Rifiuti, Ospedaletti obbligata dalla Provincia a legarsi a Ventimiglia. Consigliere Taggiasco scrive una lettera ai cittadini

Rifiuti, Ospedaletti obbligata dalla Provincia a legarsi a Ventimiglia. Consigliere Taggiasco scrive una lettera ai cittadini
Politica 21 Febbraio 2017 ore 10:03

Ospedaletti - Il consigliere di maggioranza, Maurizio Taggiasco, delegato alla nettezza urbana del Comune di Ospedaletti scrive una lettera aperta ai concittadini in merito alla decisione presa ieri dalla Provincia in merito ai rifiuti. Il Comune di Ospedaletti sarà infatti legato all'ambito Ventimigliese per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti solidi urbani.

"Cari concittadini, dopo aver affiancato per quasi 15 anni l’amministrazione comunale sulle tematiche legate alla nettezza urbana– dapprima in qualità di staff del Sindaco Eraldo Crespi ed attualmente in qualità di Consigliere Comunale delegato del Sindaco Paolo Blancardi mi duole comunicarVi che mi trovo impossibilitato a garantire un buon andamento del servizio di recupero dei rifiuti urbani a causa delle scelte dell’amministrazione provinciale".

"Attualmente, grazie alla Stirano srl – società appaltante – si è passati al c.d. “porta a porta” a step senza incidere ulteriormente sulla TARI e, grazie al vostro impegno, il Comune di Ospedaletti ha attualmente raggiunto l’obiettivo del 62% di differenziata. Per spiegarmi e condividere le mie perplessità, vi comunico che la Provincia ha stabilito un protocollo di gestione unica della nettezza urbana con un appalto unico in ambito ventimigliese che riguarda 18 Comuni che vanno da Ospedaletti alla città di confine, compreso l’entroterra. Il Presidente della Provincia,  Fabio Natta, nonché Sindaco di Cesio – Comune che conta 283 abitanti che nel 2015 ha raggiunto una percentuale del 40,16% di raccolta differenziata - non si sofferma a dare indicazioni o motivazioni circa l’obbligo del Comune di Ospedaletti di andare all’appalto unico con Ventimiglia, anziché gestire in house il servizio di nettezza urbana con Sanremo".

Prosegue Taggiasco: "Il mio intento non è quello di voler creare polemiche ma solo quello di poter scegliere come amministrare al meglio il nostro paese, sono nato e cresciuto su questo territorio, così come la mia famiglia e mia figlia; vorrei quindi poter lasciare anche alle amministrazioni future la possibilità di fare le scelte migliori per Ospedaletti e gli Ospedalettesi. Anche in Maggioranza si è ampliamente dibattuto sulla questione valutando tutti i pro e contro, poiché confiniamo con Sanremo sia sull’Aurelia, che Coldirodi e sulla rotatoia di Caponero, sarebbe logisticamente più strategico. Usufruire di un servizio in house, tramite una società partecipata, significherebbe anche ritrovare i profitti re-investiti sul territorio e  una maggiore attenzione alla pressione fiscale sulla cittadinanza. Ritengo opportuno usufruire di questa possibilità, o quantomeno di poterla prendere in considerazione".

"L’Amministrazione di Sanremo, così come quella di Ospedaletti, ha – in vano - ripetutamente richiesto alla Provincia il distaccamento dall’ambito Ventimigliese per andare con Sanremo, ottenendo come unica risposta la volontà di non creare “un precedente”, non ci sono mai state ulteriori precisazioni o spiegazioni. Temo che in un ambito così vasto Ospedaletti si troverebbe ai margini e con poca flessibilità alle questioni ed esigenze territoriali. Fermo restando che sono consapevole del fatto che la scelta Comunale non possa prevaricare quella Provinciale, Vi invito a non colpevolizzare questa amministrazione per un aggravio di imposta o di situazioni di indigenza, poichè ci troviamo costretti a seguire le direzioni della Provincia, senza aver nemmeno capito il perchè".

Consigliere Comunale delegato alla nettezza urbana, Maurizio Taggiasco

Leggi (QUI)  le altre notizie de La Riviera


Necrologie