Politica

Rivieracqua: Provincia vara gli aumenti tariffari

Rivieracqua: Provincia vara gli aumenti tariffari
Politica Imperia, 06 Maggio 2019 ore 18:13

Rivieracqua

Aumento tariffario del trenta per cento, spalmato su tre anni e presa a carico dei Comuni dei costi indiretti, pena il commissariamento ad acta da parte della Regione.

Sono le principali decisioni assunte, oggi, con delibera, dall'Assemblea dei Sindaci prima e dal Consiglio provinciale di Imperia, nell'ambito del programma di risanamento del disavanzo di Rivieracqua, il gestore unico del servizio idrico in provincia di Imperia. Attualmente sono circa trenta, su sessantasei, i Comuni che usufruiscono di uno o più servizi di Rivieracqua.

Per altri - come Sanremo, Ventimiglia e Imperia - si attende l'ingresso; mentre ventitré piccoli Comuni cosiddetti "salvaguardati" gestiscono in autonomia il servizio.

"Le delibere approvate oggi - afferma il presidente della Provincia, Fabio Natta - consentiranno la tenuta di Rivieracqua (che ha un disavanzo complessivo di circa 6 milioni, ndr). E' chiaro che si tratta di un primo passo. Quando tutto sarà a regime, l'acqua sì che costerà di più, ma avremo un servizio funzionale". Nel corso dell'odierno vertice oltre all'aumento tariffario, sono stati fissati i criteri di riparto dei costi indiretti, quest'ultimi calcolati sul consumo dei singoli Comuni.

Leggi QUI le altre notizie

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie