Rocchetta non è più isolata: bagno d’autorità all’inaugurazione del Ponte

Da questa mattina, Rocchetta Nervina, il Comune di circa trecento abitanti dell'alta val Nervia, in provincia di Imperia, non è più isolato

Rocchetta non è più isolata: bagno d’autorità all’inaugurazione del Ponte
Ventimiglia, 10 Gennaio 2020 ore 13:19

Rocchetta non è più isolata

Da questa mattina, Rocchetta Nervina, il Comune di circa trecento abitanti dell’alta val Nervia, in provincia di Imperia, non è più isolato. E’ stato, infatti, inaugurato, con il transito della prima auto, il ponte “Bailey” (di tipo militare) che scavalca il tratto di provinciale 68 crollato, il 27 novembre scorso, a causa del maltempo.

“Il ponte di Rocchetta è diventato un po’ il simbolo di un autunno molto complesso che ha messo in difficoltà cittadini e imprese – ha affermato il governato della Liguria, Giovanni Toti, presente all’inaugurazione – ma è anche diventato il simbolo di una Regione ha che imparato non solo a gestire le allerte nel loro momento di emergenza, ma anche a dare risposte rapide ai cittadini e ai sindaci in tempi ragionevoli, anche quando si tratta di interventi assai complessi come in questo caso”.

Toti ha quindi aggiunto

“Non è l’unico intervento che stiamo affrontando, e questo rende tutto più complesso: abbiamo avuto anche interruzioni su statali come l’Aurelia a Chiavari, affrontate rapidamente con una capacità di coordinamento e intervento importante. Adesso mi aspetto dal Governo a Roma delle risposte altrettanto rapide e concrete: stiamo ancora aspettando il conguaglio delle somme urgenze, che sono state liquidate neppure per la metà delle somme che abbiamo anticipato”.

Siamo in costante contatto con il capo della Protezione Civile Borrelli, e non dispero che arrivino. In questi casi c’è bisogno non solo della Regione che si muova, ma del sostegno del Governo nazionale che dimostri una capacità di coordinamento delle risorse che spero possa essere messa in campo rapidamente”.

La struttura in acciaio

di tipo militare e lunga 42 metri, consente infatti di bypassare provvisoriamente in tratto di strada inagibile, in attesa del ripristino della viabilità ordinaria.

Giacomo Giampedrone

“Siamo consapevoli – ha aggiunto l’assessore alla Protezione civile Giacomo Giampedrone – che l’obiettivo più importante rimane quello finale ovvero il completo ripristino della strada provinciale che collega Dolceacqua a Rocchetta Nervina. Ma questa soluzione transitoria, individuata da Regione insieme alla Prefettura, d’intesa con tutti i sindaci del territorio, consente di traguardare un’assoluta priorità di Protezione civile ovvero superare l’isolamento del centro abitato che, altrimenti, avrebbe dovuto attendere altri mesi prima di tornare alla normalità. L’auspicio è che le somme urgenze, oggi coperte con risorse degli enti locali, possano al più presto essere reintegrate con la copertura totale, come richiesto e ribadito più volte dalla Regione al governo”. Il ponte è stato affittato per un anno dalla Provincia di Imperia con un costo di circa 200mila euro e rimarrà installato fino al ripristino della strada, con un intervento da circa 500mila euro che richiederà alcuni mesi di lavoro.

“Un ringraziamento ai sindaci per il loro impegno in questa situazione di emergenza – aggiunge l’assessore all’Urbanistica Marco Scajola – e grazie anche ai tanti volontari e ai tecnici che anche durante le festività hanno lavorato e si sono adoperati per ridurre i disagi dei cittadini rimasti isolati. L’inaugurazione di questo ponte è molto importante ma noi pensiamo al futuro, con la realizzazione della nuova strada provinciale. Da parte nostra, continueremo a stare a fianco di questo territorio e di tutti i Comuni colpiti dal maltempo”.

Leggi QUI le altre notizie

Giovanni Toti

5 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità