Politica

Taggia: salvo consigliere Pizzolla, "Il passo giusto" abbandona il consiglio

Consigliere Pizzolla non decade dal suo ruolo, ma dovrà cedere le sue quote societarie della Vermare Snc per tutelare la trasparenza

Taggia: salvo consigliere Pizzolla, "Il passo giusto" abbandona il consiglio
Politica Taggia, 08 Agosto 2017 ore 19:51

Si è concluso il consiglio comunale di Taggia che questo pomeriggio ha deliberato sul futuro del consigliere comunale Ernesta Pizzolla a fronte di una presunta incompatibilità a ricoprire il suo ruolo causa un ricorso presentato al Tar contro lo stesso comune di Taggia, perpetuato come rappresentante legale della sua società la Verdemare snc, a seguito del bando di assegnazione delle spiagge comunali di Arma. Il consigliere è salvo, a patto che ceda in tempi brevi, per tutelare la trasparenza dell'amministrazione, le sue quote societarie, soluzione proposta dallo stesso consigliere. Così ha votato il consiglio comunale, dopo che i consiglieri di opposizione della lista "Il passo giusto" hanno abbandonato l'assise. Per loro sussiste, piuttosto che un problema giuridico, per altro risolto, un vizio etico di forma. Chiedevano infatti le dimissioni della Pizzolla.

La giurisprudenza infatti attesta, secondo sentenze emesse in passato anche dalla stessa Corte di Cassazione, la differenza tra persona fisica (il consigliere Pizzolla) e l'amministratore (socio della Verdemare). Tuttavia la questione etica, anche considerando le maglie dell'Anac, che dal 2012 sono più strette, permane. "Un ginepraio", come definisce la situazione il consigliere Manni, che il sindaco Conio intende districare con la cessione delle quote societarie della Pizzolla.

Seguici sui nostri canali
Necrologie