Scajola presenta il progetto della ciclabile di Imperia

Scajola: “Riteniamo che con il riutilizzo delle ex aree dismesse delle Ferrovie si possa realizzare, se non tutta, almeno una parte della pista ciclabile”.

Scajola presenta il progetto della ciclabile di Imperia
Imperia, 21 Settembre 2018 ore 15:04

Scajola

“Riteniamo che con il riutilizzo delle ex aree dismesse delle Ferrovie si possa realizzare, se non tutta, almeno una parte della pista ciclabile”. Lo ha dichiarato, oggi, il sindaco di Imperia Claudio Scajola, al Museo Navale, a margine della presentazione del progetto della pista ciclopedonale – battezzato “La Green Line del Comune di Imperia, da Area 24 ad Area 30” – che avrebbe dovuto essere realizzata con i fondi del Bando Periferie, attualmente congelati dal governo nell’ambio del Decreto Milleproroghe.

I fondi “rapiti”

“Ci auguriamo che il bando periferie che oggi è stato sospeso con una rapina da parte del governo – ha affermato il primo cittadino – venga ridato così come da contratto firmato con i Comuni e con il governo centrale. Nell’attesa di questo, comunque, abbiamo proceduto al progetto esecutivo, dettagliato, trasmesso la settimana scorsa alla Presidenza del Consiglio, in modo che una qualunque e attenta valutazione non potrà che dire la bontà e la realizzabilità di questa opera”.

Le varianti

Progetto che prevede delle varianti, rispetto a quanto preventivato durante la trascorsa amministrazione retta dal sindaco Carlo Capacci -. All’interno abbiamo allungato verso San Lorenzo – ha detto Scajola – altrimenti (la pista, ndr) sarebbe rimasta staccata e verso Diano Marina, con una navetta che riteniamo sia importante fare per garantire la mobilità in questa città e fra noi e Diano Marina. Una navette ecologica elettrica, che non interferisce con la pista ciclabile, ma che crea invece la possibilità di una mobilità veloce e certa per attraversare Imperia”.

Conclude il sindaco: “Mi auguro che questa vertenza tra i Comuni di Italia e il governo centrale possa appianarsi e questo maltolto venga ridato ai Comuni per fare tutto ciò che è stato costituito come progettazione, impegno di spesa, professionisti e quindi costi, ma abbaiamo anche pensato di rivedere un’intesa di carattere generale che c’era con le Ferrovie dello Stato sulle aree dismesse della ferrovia”.

VIDEO INTERVISTA A SCAJOLA

https://youtu.be/OngnHAaUAUY

4 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità