Politica
IL CASO

Vaccino: corsa contro il tempo per la terza dose, Baggioli (FI) lamenta preferenze ai "no vax"

Il segretario provinciale imperiese di Forza Italia, Simone Baggioli, ha scritto all'Asl 1 Imperiese facendo presenti le difficoltà

Vaccino: corsa contro il tempo per la terza dose, Baggioli (FI) lamenta preferenze ai "no vax"
Politica Imperia, 13 Gennaio 2022 ore 10:22

Il segretario provinciale di Forza Italia ha scritto all'Asl

Il segretario provinciale imperiese di Forza Italia, Simone Baggioli, ha scritto all'Asl 1 Imperiese facendo presenti le difficoltà per completare il ciclo vaccinale (terza dose), a causa dei te,mpi di attesa. "Ho appreso da alcuni concittadini, volenterosi di anticipare la terza dose del vaccino anti Covid19, a causa degli obblighi dettati dalle nuove normative in vigore - spiega Baggioli - l’impossibilità ad effettuare entro i nuovi termini fissati dal Governo, presso gli hub dell’Asl 1 Imperiese, la somministrazione di detto antivirus (terza dose) a causa dei lunghi tempi di attesa tra prenotazione e data di appuntamento. In un caso prenotazione effettuata sul sito Regione Liguria il 22.12.2021 e appuntamento fissato per il 15.02.2022".

Il caso nasce a causa delle previsioni della nuova normativa

La nuova normativa, infatti, prevede che, dal primo di febbraio, il periodo di validità del green pass sia limitato ai 6 mesi, calcolati dalla data di somministrazione dell’ultima dose. Il mancato rispetto di tale circostanza determinerebbe, in coloro che hanno effettuato la precedente inoculazione, l’impossibilità a svolgere le normali attività quotidiane, in primis recarsi al lavoro. "Pare inoltre che vi sia una sorta di 'precedenza' nella somministrazione dell’antivirus a coloro i quali ad oggi non si sono ancora premurati di procedere alla inoculazione della prima dose del vaccino, infatti, a questi soggetti è consentito presentarsi all’Hub privi di appuntamento e/o prenotazione".

Baggioli chiede all'Asl di incrementare i punti di somministrazione

Conclude Baggioli: "Si ritiene pertanto evidenziare tale circostanza alla Direzione dell’Asl 1 Imperiese e alla Regione Liguria al fine ottemperare a quanto evidenziato dal Governo e dal Gen. Figliuolo che quotidianamente ribadiscono la necessità e l’urgenza di procedere in tal senso, magari incrementando le dosi a disposizione dei singoli hub o aumentando il numero dei punti di somministrazione in Provincia di Imperia. Sono certo del positivo riscontro da parte della Direzione dell’ASL locale affinché si venga incontro alle esigenze della collettività, allineandosi con le altre realtà italiane che si stanno adoperando proprio per velocizzare la procedura di vaccinazione".

Necrologie