Idee & Consigli
tecnologia

Il fenomeno delle connected TV secondo l’esperienza di Giovanni Pio Gravina

Il fenomeno delle connected TV secondo l’esperienza di Giovanni Pio Gravina
Idee & Consigli 12 Luglio 2022 ore 12:30

Nel mondo della pubblicità si fanno sentire sempre di più i risvolti della crescita dei contenuti che si orientano verso lo streaming. Tutto ciò costituisce una tendenza molto interessante, di cui ha parlato anche Giovanni Pio Gravina, CEO della web agency milanese Publicom. Gravina ha fatto riferimento in particolare al mondo delle connected TV, che viene sempre più associato alle nuove tecnologie d’avanguardia, le quali rappresentano delle potenzialità tutte da scoprire nei minimi termini. Infatti è possibile avvalersi della tecnologia programmatic, per mettere a punto delle campagne pubblicitarie ben definite, senza affatto rinunciare alla qualità dell’advertising. Il fenomeno delle connected TV e in particolare della connessione delle televisioni ad internet è sempre più pressante e per questo non può essere sottovalutato.

L’opinione di Giovanni Pio Gravina sulle connected TV

Giovanni Pio Gravina ha riferito che la tendenza era già in atto a partire da qualche anno fa, perché già dall’inizio del 2019 si è registrato un incremento dell’utilizzo delle TV collegate ad internet. Proprio nel 2019 l’incremento è stato pari in Italia al 29,1% delle famiglie.

Si calcola che anche attualmente gli utenti passino più di 6 ore al giorno davanti alle connected TV. Tutto questo è molto indicativo di un fenomeno che va evidenziato e a cui si deve stare molto attenti, quando si programmano le campagne pubblicitarie.

Infatti c’è la possibilità per chi lavora nel campo dell’advertising di includere questi device nella pianificazione pubblicitaria, in modo che si abbia l’opportunità di arrivare a visioni di contenuti su schermi più grandi e in generale con un maggior coinvolgimento degli utenti.

Gli utenti di oggi sono sempre più distratti e fanno meno caso ai messaggi comunicativi che si vogliono far passare attraverso la pubblicità. Per questo è fondamentale coinvolgerli direttamente in quelli che rappresentano i loro interessi principali. È soltanto in questo modo, non facendo sentire la rottura tra interessi individuali e messaggio pubblicitario, che si possono mettere in atto delle campagne in grado di dare dei risultati molto soddisfacenti.

Il programmatic, secondo Gravina, può diventare la base fondamentale per studiare delle strategie di targeting che possono diventare nel corso del tempo sempre più precise.

La biografia di Giovanni Pio Gravina

Giovanni Pio Gravina si è laureato nel 2010 al Politecnico di Milano in Ingegneria delle Telecomunicazioni. Ha iniziato la sua esperienza lavorativa occupandosi per Capgemini della gestione della piattaforma degli MMS.

Poi nel corso del tempo ha avuto modo di fare altre esperienze professionali importanti e di accrescere la sua formazione. Infatti si può ricordare a questo proposito come abbia partecipato con interesse ad alcuni corsi di formazione a Londra e come sia riuscito a conseguire diverse certificazioni Google in differenti ambiti.

Fondamentale è stata la fondazione nel 2012 dell’agenzia di comunicazione Publicom, a Milano. In generale la web agency creata da Giovanni Pio Gravina si occupava inizialmente di IT, poi nel corso del tempo si è specializzata soprattutto nel campo della pubblicità.

L’approccio è stato sempre quello mirato all’ascolto delle esigenze dei clienti, mettendo in atto programmazioni precise e puntuali, volte anche all’accrescimento del business aziendale. Oggi Giovanni Pio Gravina, che nel 2017 ha realizzato alcune importanti partnership con altre web agency, come ITSimplycom e Relive Communication, si occupa di coordinare un gruppo di 20 collaboratori che operano in diversi Paesi in tutto il mondo.

Publicom si occupa di diversi progetti che riguardano campi differenti, dalla SEO al social media marketing, dai siti web agli e-commerce. Inoltre fornisce una grande esperienza per tutto ciò che riguarda il display ADV, il performance ADV, l’e-mail marketing e le attività di monitoraggio e reportistica integrata, per rispondere a tutte le necessità dei clienti.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie