Corso preparto, ecco perché è utile

Si tratta anche di un’ottima occasione per allacciare rapporti con altre donne in attesa

Corso preparto, ecco perché è utile
21 Settembre 2018 ore 18:24

Serve il corso preparto? In realtà non è d’obbligo e al momento del travaglio e del parto il personale dell’ospedale presso cui andrà a partorire saprà seguire la gestante offrendole tutti consigli per sostenerla. Tuttavia il corso preparto è un’ottima occasione per allacciare dei rapporti con altre donne che stanno vivendo l’esperienza della gravidanza e che saranno mamme nello stesso periodo. Diventare “compagne” di avventura può essere molto utile e piacevole soprattutto dopo il parto, quando si insinuano i normali dubbi e le preoccupazioni circa la salute del bambino, circa il proprio modo di essere mamma.

Corso preparto, sdrammatizzare o fonte di stress?

Allora confrontarsi può aiutare a sdrammatizzare e a scacciare quel po’ di malinconia che generalmente accompagna le neomamme. Inoltre, durante il corso, è possibile avere suggerimenti da personale qualificato circa l’allattamento, il riposo del bambino, l’igiene. Tutte informazioni che possono essere molto utili. I corsi generalmente durano 10 incontri, per cui, chi è interessata, dovrebbe informarsi e a iscriversi entro il termine del sesto mese. La scelta di partecipare non deve però essere fonte di stress. Se la sede è troppo lontana da casa, se si deve fare un lungo percorso in auto o in pullman, se l’orario è scomodo…

Un’opportunità d’incontro

Forse è meglio godere della compagnia di un’amica e fare qualche piacevole passeggiata. Ma se le condizioni sono favorevoli perché non cogliere questa opportunità di incontro? Per chiacchierare con altre mamme, fare un po’ di ginnastica dolce e apprendere qualche informazione sui bebè? Sarà il modo migliore per calarsi nella miglior atmosfera d’attesa!

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei