Calcio

ASD Imperia sogna il balzo in serie D, ma manca la decisione del Comitato

La società perde la pazienza sul blog ufficiale "poche idee, ma confuse"

ASD Imperia sogna il balzo in serie D, ma manca la decisione del Comitato
Imperia, 23 Maggio 2020 ore 14:22

E mentre per la serie D il Comitato LND ha già deciso per lo stop del campionato, manca ancora la decisione ufficiale per quanto riguarda tutti gli altri  “dilettanti”. In pratica, è  stato delegato ad ogni regione di decidere in base alle esigenze e alle condizioni del territorio, a margine dell’emergenza covid-19, se riprendere il campionato o no, solo che il comitato ligure LND non si è ancora espresso.

La decisione spetta al Comitato regionale

Una situazione che pesa particolarmente sulla società neroazzurra di Imperia, militante in Eccellenza, che potrebbe balzare in serie D. Prima in classifica, la squadra imperiese, in caso il campionato fosse sospeso a classifiche congelate, guadagnerebbe la promozione. Poche possibilità che succeda il contrario, anche nel caso in cui il comitato dovesse decidere di disputare le restanti otto giornate, ma comunque, verrebbe a mancare l’ineluttabilità del salto in serie D.

“Poche idee ma confuse”

Una situazione che sta facendo “perdere la pazienza” alla società imperiese. Ieri, venerdì 22 maggio, una riunione del comitato, sostanzialmente non è arrivata a trovare una quadratura del cerchio per quanto riguarda le squadre che militano in Eccellenza. Pungente il commento sul blog neroazzurro Im1923. “Altra riunione in cui hanno deciso di non decidere. Ma che cosa è diventato questo calcio? Altro che “una jungla”, come aveva detto il mitico Malesani… Abbiamo letto e riletto – comunicano -il Comunicato Ufficiale della L.N.D. e, in esso, non v’è alcun accenno all’Eccellenza. Il Consiglio della L.N.D. ha deliberato (ma non ancora ufficializzato) la retrocessione delle ultime quattro classificate dei gironi di Serie D (nel girone che interessa a noi, sono il Ligorna, il Verbania, il Vado e la Fezzanese) e ha delegato i Comitati Regionali a stabilire le dinamiche di promozioni e retrocessioni nella serie inferiori. Il Presidente del Comitato Ligure, Giulio Ivaldi, al riguardo ha dichiarato che “la proposta sarà di promuovere le prime classificate, inoltre il presidente Sibilia si farà promotore della richiesta dei Comitati Area Nord e Centro sul blocco delle retrocessioni dall’Eccellenza fino ad arrivare alla Seconda Categoria. Se sarà necessario, come appare, siamo pronti ad ampliare i gironi”. Altro che tagli – continuano -, qui vogliono addirittura ampliare i gironi… insomma, poche idee, ma confuse, e nessuno che si assume di prendere una decisione: queste sono le persone che gestiscono il calcio in Italia… e, poi, c’è qualcuno che si sorprende se sta andando tutto a b…..e. All fine, – conclude -saremmo promossi in Serie D, ma perdere altri giorni, se non settimane, è assurdo, alla luce di una stagione, la prossima che, viste le premesse, sarà durissima da affrontare e irta di difficoltà per tutte le società, non solo dilettantistiche”.

Lo stralcio del comunicato LND in cui si fa riferimento ai campionati

«Per quanto concerne l’attività regionale il Consiglio Direttivo ha invece affidato al presidente Sibilia e agli altri consiglieri federali in quota L.N.D., il mandato di richiedere una delega in favore della stessa Lega Nazionale Dilettanti, affinché sulla base delle realtà territoriali si possano adottare i criteri relativi alla conclusione dei campionati».

Leggi QUI le altre notizie