Sport
finali atp di torino

Berrettini addio Atp Finals, il suo ritiro apre le porte a Jannik Sinner

Il messaggio del n° 1 del tennis italiano: "Mi sento derubato di qualcosa che ho conquistato con anni di sforzi e sudore"

Berrettini addio Atp Finals, il suo ritiro apre le porte a Jannik Sinner
Sport Bordighera, 16 Novembre 2021 ore 17:54

Alla fine l'infortunio agli addominali patito nel match contro Zverev ha costretto al ritiro definitivo Matteo Berrettini dall'Atp Finals, che per la prima volta nella storia si giocano in Italia a Torino, tra i migliori otto giocatori della stagione. Il n° 1 del tennis italiano l'ha annunciato poco fa sui suoi profili social. Matteo ieri sera aveva lasciato in lacrime il campo durante il match contro Sasha Zverev, dopo aver combattuto alla pari nel primo set perso al tie break e impossibilitato a continuare dal dolore agli addominali, che già lo avevano costretto al ritiro agli Australian Open

Una tegola per il nostro tennis, tante erano le aspettative per il finalista di Wimbledon.  Il suo ritiro apre le porte alla prima riserva, che fortunatamente è un altro italiano, il "bordigotto" di adozione Jannik Sinner, sceso in extremis in nona posizione nella race to Torino dopo le sfortunate prestazioni negli ultimi tornei della stagione.

Sinner esordirà già questa sera, contro l'amico Hubert Hurkacz, il polacco altra rivelazione del circuito nel 2021.

Il messaggio e lo sconforto di Berrettini

“Ho pensato, riflettuto, pianto e alla fine deciso… - ha scritto Matteo Berrettini - Le mie finals finiscono qui, sono distrutto, mai avrei pensato di dover rinunciare all’evento tennistico più importante mai tenutosi in Italia in questo modo. La verità è che per quanto io avessi voluto giocare davanti a voi ancora una volta, ho sentito e quindi deciso che il mio corpo non è pronto ad affrontare le sfide che ho davanti. Dire che sono triste non renderebbe giustizia allo stato d’animo in cui sono, mi sento derubato di qualcosa che ho conquistato con anni di sforzi e sudore. Non è stata una decisione facile, ma sono convinto che sia la migliore per me e per la mia carriera. Grazie del vostro continuo sostegno e delle migliaia di messaggi che mi avete mandato, mi avete emozionato”.

Necrologie