Sport

EX ALLENATORE DI IMPERIA E ARGENTINA ARRESTATO DALLA POLIZIA SPAGNOLA PER UNA PRESUNTA COMBINE NEL CLAMOROSO 12-0 TRA ELDENSE E BARCELLONA B

EX ALLENATORE DI IMPERIA E ARGENTINA ARRESTATO DALLA POLIZIA SPAGNOLA PER UNA PRESUNTA COMBINE NEL CLAMOROSO 12-0 TRA ELDENSE E BARCELLONA B
Sport 04 Aprile 2017 ore 16:48

IMPERIA - L'ex allenatore dell'Imperia Asd  Filippo Vito Di Pierro, 51 anni, subentrato nel 2012 all'allora mister Alessandro Lupo (e ancora prima, stagione 2009/2010, in forza all'Argentina Calcio) è stato arrestato dalla polizia spagnola che indaga sul sospetto 12-0 con cui la seconda squadra del Barcellona, militante nella terza serie  spagnola (la Segunda B), sabato scorso ha sconfitto l'Eldense, formazione di cui Di Pierro è di fatto (seppur non ufficialmente) l'allenatore. L'ipotesi di reato contestata sarebbe quella di truffa.

Un punteggio pilotato, legato a un giro di scommesse che vedrebbe coinvolti (oltre al mister italiano) almeno 4-5 giocatori dell'Eldense. La squadra è guidata ufficialmente in panchina da Fran Ruiz, in quanto Di Pierro non avrebbe la licenza per allenare in Spagna. 

La fonte degli inquirenti sarebbe un giocatore della Mauritania, Cheik Saad, che avrebbe fiutato la combine e si sarebbe rifiutato non solo di farne parte, ma addirittura di scendere in campo per non esservi in alcun modo coinvolto. Secondo i media spagnoli sarebbe stato fermato (in serata é arrivata la conferma dell'arresto anche per lui come per dadi Pierro) anche   un altro italiano, Nobile Capuani, che avrebbe il controllo economico dell'Eldense dall'inizio di quest'anno. Nel frattempo il presidente della società, David Aguilar, oltre a denunciare i presunti intrallazzi alle autorità di polizia e alla Liga, avrebbe già rescisso il contratto che lo legava agli investitori italiani capitanati da Capuani.

 Il sospetto è che alcuni giocatori e altri personaggi che gravitano intorno alla società di Elda, abbiano effettuato scommesse sul mercato asiatico puntando sulla clamorosa sconfitta per 12-0 contro il Barcellona B. “Almeno 4-5 dei miei compagni avevano scommesso sulla gara - avrebbe dichiarato Saad ai gionali iberici - Appena potrò farò i nomi. L’allenatore? Chiaro che sapeva. A vendersi sono stati i giocatori spagnoli, non gli italiani”. Il valore nella combine sarebbe di 150-200mila euro. Secondo gli accordi la partita doveva finire 8-0 nel primo tempo e 12-0 alla fine. Due gli italiani che militano nell'Eldense, ultima in classifica mentre il Barcellona B è prima: il portiere Zanier e Muratori. 

Leggi (QUI) le altre notizie de primalariviera.it


Necrologie